Riforma province in Sicilia, riunita commissione Ars



E’ iniziata la Commissione Affari istituzionali dell’Assemblea regionale siciliana, presieduta da Antonello Cracolici, per affrontare la riforma delle province dopo la fumata nera di due giorni fa. La riforma dell’ente intermedio con la creazione dei Liberi consorzi dei Comuni e’ uno dei temi al centro del dibattito politico siciliano. Anche se ieri il Governatore siciliano Rosario Crocetta ha annunciato che la maggioranza avrebbe trovato “un’intesa”. “Oggi si riparte dalla riscrittura del Governo dopo l’incontro positivo di ieri tra i componenti della maggioranza e Crocetta, chiaramente la metodologia e’ che entro il prossimo 15 febbraio la riforma va approvata e che comunque la Commissione deve esitare un testo che va portato in aula – dice Giovanni Panepinto (Pd), componente della Commissione – Poi ci sono posizioni diverse. Personalmente dissento dall’idea di sopprimere la provincia. Ma anzi, bisogna potenziarla. C’e’ l’idea di partire da nove liberi consorzi, tre citta’ metropolitane e un arco di tempo da definire che consente ai comuni di scegliere o di costituire nuovi liberi consorzi. Ritengo che inseguire la moda della soppressione di tutto e’ sbagliata”. Alla domanda se l’Ars riuscira’ ad approvare in tempo la riforma, entro meta’ febbraio, Panepinto replica: “Questa Assemblea e’ capace di tutto, quindi anche di farcela…”. (Adnkronos)