Agrigento, interviene il Movimento 5 stelle su assistenza scolastica disabili



“Siamo profondamente indignati perché solo dal prossimo mese verrà finalmente avviato ad Agrigento il servizio di assistenza igienico-personale per gli studenti portatori di handicap grave che frequentano le scuole gestite dal Comune di Agrigento”. Lo scrive in una nota il Movimento 5 stelle di Agrigento.
“Questa assistenza è stata inserita tra le priorità dell’Amministrazione comunale come ha dichiarato nell’ottobre del 2012 l’assessore comunale all’istruzione allora in carica. Ebbene – si legge nella nota del M5s agrigentino – non è vero che sia una priorità: il bando per avviare il servizio nell’anno scolastico 2013-14 è stato firmato dal dirigente il 29 luglio, ma solo il 18 dicembre la gara è stata esitata. Adesso finalmente, dopo un altro mese di sofferenze per le famiglie interessate, il prossimo primo febbraio dovrebbe partire il servizio. Sono trascorsi oltre quattro mesi dall’inizio dell’anno scolastico e per noi questo notevole ritardo è assolutamente scandaloso perché colpisce il diritto allo studio di studenti svantaggiati”.


“Ma c’è di più – secondo il Movimento 5 stelle della città dei templi – . Un altro grave problema va segnalato all’attenzione dell’opinione pubblica: il servizio di assistenza all’autonomia e comunicazione in favore di studenti ciechi e sordi che frequentano le scuole materne, elementari e medie gestite dal Comune di Agrigento non è stato ancora avviato. Riteniamo ciò inaccettabile e profondamente ingiusto. Si tratta di un servizio assolutamente indispensabile: senza l’aiuto di un esperto nel linguaggio dei segni i bambini sordi e senza un esperto in braille questi ragazzi non possono seguire le lezioni. Tutti loro sono stati privati anche dell’assistenza domiciliare in tutti questi mesi”.
“Riteniamo ciò intollerabile e incivile. Nessuno deve restare indietro, diciamo noi del Movimento Cinque Stelle di Agrigento. Pretendiamo per i nostri ragazzi – conclude la nota – politiche che abbiano corsie preferenziali. Vigileremo perché al più presto vengano interamente applicati tutti i diritti che riguardano i nostri studenti disabili”.