Primarie Pd Sicilia, sarà corsa a tre: Raciti, Lupo, Monastra



Sara’ corsa a tre per le primarie del 16 febbraio che incoroneranno il nuovo segretario regionale. Confermato l’ampio vantaggio del cuperliano Fausto Raciti, a capo di una vera e propria corazzata che vede insieme le aree di Renzi, Cuperlo e il Megafono di Crocetta. Ed e’ pressocche’ certo che sara’ della partita anche Antonella Monastra. I dati non sono ancora definitivi, ma la civatiana supera lo sbarramento del 5%, sfiorando il 6%. In mezzo l’uscente e agguerrito Giuseppe Lupo. La consultazione degli iscritti, alla quale hanno partecipato circa 25.000 persone, non ha dato scampo a quest’ultimo: a fronte del suo 23%, Raciti si e’ collocato, spiegano fonti Pd, attorno al 67%. Monastra e’ tra il 5,8 e il 5,9%. “Viene premiata in maniera netta una candidatura unitaria, giovane e all’insegna del rinnovamento”, esultano dal comitato di Raciti. Ma le primarie del 16, giurano gli avversari del trentenne deputato catanese, ‘adottato’ da gran parte del partito, saranno tutt’altra cosa. Si vedra’. Per quanto riguarda gli altri due contendenti rimasti fuori, Giuseppe Lauricella si ferma al 3,5%, grazie soprattutto al dato agrigentino; Antonio Ferrante, invece, sarebbe sotto il 2%. (AGI)