Carnevale di Sciacca, ricca di novità l’edizione 2014

Torna dopo due anni di assenza per problemi vari il Carnevale di Sciacca, che si contende con quello di Termini Imerese il titolo del più antico della Sicilia. La riedizione della festa del Carnevale di Sciacca 2014, che si svolgerà dall’1 al 4 marzo prossimi, è stata affidata quest’anno, con un bando pubblico, alla società Cge di Napoli, specializzata nella organizzazione di grandi eventi. Molte le novità proposte in questa edizione 2014 del Carnevale di Sciacca: dal villaggio commerciale al villaggio dei bambini, dal concorso “Carnevalandia” a “Obiettivo Carnevale”. Tra i momenti più importanti del Carnevale di Sciacca, come sempre, quello della la sfilata dei carri allegorici per le vie del centro storico medievale e la parata di gruppi folkloristici e mascherati. Il programma ufficiale del Carnevale di Sciacca 2014 sarà illustrato martedì prossimo, 11 febbraio 2014, al Grand Hotel delle Palme di Palermo. Oltre all’amministratore della Cge, Sergio Rusciano, parteciperanno alla conferenza stampa il sindaco di Sciacca, Fabrizio Di Paola, e l’assessore allo spettacolo e al turismo Salvatore Monte.


Il Carnevale di Sciacca – si legge sul sito istituzionale del Comune – è uno dei più importanti eventi del divertimento in Italia. 200.000 visitatori in media ogni anno, oltre 100 anni di storia, 10 spettacolari giorni di eventi e attività collaterali, ospiti, testimonial e 4 affascinanti giorni di sfilate di maestosi carri allegorici, gruppi mascherati e folkloristici.
Nella storica ed affascinante Città di Sciacca, città del mare, del corallo, delle terme e della ceramica, una vera rosa del Mediterraneo, a pochi chilometri dalla Valle dei Templi, la tradizione del carnevale è molto sentita: nei mesi che precedono la festa, infatti, comincia la costruzione dei carri allegorici, maestose opere d’arte dalla pregevole decorazione, realizzate interamente da maestranze locali che da oltre cent’anni si tramandano l’arte della lavorazione della cartapesta e della tradizione della maiolica.
Il Carnevale ha inizio con l’arrivo dal mare della mascotte Peppe Nappa, il Re del Carnevale. A lui vengono simbolicamente consegnate le chiavi di Sciacca. L’allegria, le maschere, le musiche, gli scherzi invadono dunque tutta la città. Il momento clou della festa è la sfilata dei carri allegorici che, per le vie dell’affascinante centro storico di Sciacca, di origine medievale, allietano la festa con i loro inni e loro musiche. I gruppi mascherati con le loro coreografie invogliano tutti i partecipanti a danzare. La sfilata inizia nel primo pomeriggio con la parata dei gruppi folkloristici e dei carri allegorici, ciascuno dei quali è preceduto da un gruppo mascherato.

Lo spettacolo continua con la sfilata fino alla notte, col grande fascino dei carri allegorici artisticamente illuminati e culmina con l’immancabile esibizione dei gruppi mascherati e con la recita del copione satirico sull’enorme palco delle esibizioni di Piazza Scandaliato con presentatori, cabarettisti e testimonial a intrattenere il numerosissimo pubblico che accorre da tutta Italia.

I commenti sono chiusi