Primarie Pd Sicilia: Raciti nuovo segretario grazie a patto con Renzi



Primarie Pd Sicilia, sono più di 73.000 le persone che ieri si sono recate nei 400 seggi-gazebo sparsi in tutta la Sicilia per scegliere il nuovo segretario regionale del Partito democratico. Secondo i dati forniti dal partito siciliano, con oltre il 61% dei voti il cuperliano trentenne Fausto Raciti, deputato e a capo dei giovani democratici, su cui si sono compattati anche i renziani e i crocettiani del Megafono, è il nuovo segretario regionale del Pd.
Per Giuseppe Lupo, segretario uscente, ha ottenuto il 33% dei consensi: “Soli contro tutti è un risultato incredibile”, ha dichiarato Lupo, che ha chiamato Fausto Raciti per congratularsi per la vittoria delle Primarie Pd Sicilia. La civatiana Antonella Monastra ha ottenuto il 5,45%. Fausto Raciti prevale in tutte le province, tranne Messina e Ragusa, dove si ferma attorno al 40% contro il 54% circa di Lupo. E’ andato molto forte a Enna,feudo di Vladimiro Crisafulli, dove supera l’83%, sfiora l’80% a Caltanissetta e va oltre il 70% ad Agrigento, il 68% in provincia di Trapani. L’uscente vince a Palermo città, dove lo ha sostenuto il sindaco Leoluca Orlando, ma il dato provinciale gli consegna un 38,4%, contro il 53% di Raciti.

Primarie Pd Sicilia, Gulotta: “Raciti l’uomo giusto”

“La vittoria di Fausto Raciti alle Primarie Pd Sicilia sono il segno che il Partito democratico unito dà un segnale di chiarezza ai cittadini”, ha affermato la giovane parlamentare del Pd Magda Culotta. “Sono sicura che Raciti – ha aggiunto la Gulotta – saprà condurre, con una squadra nuova ed efficace, il Pd e la politica isolana fuori dallo stallo attuale. Il segnale dai cittadini e’ arrivato, ora sta a tutti noi saperlo cogliere davvero”.
Segui Comunicalo.it anche su Google Plus