Unioni civili ad Agrigento, al via raccolta firme per il registro



Domani, sabato 22 febbraio, dalle ore 17 raccolta di firme a Porta di Ponte per presentare il registro delle unioni civili tramite petizione popolare.
Ad organizzare l’iniziativa il partito della Rifondazione Comunista sta proponendo in tutti i Comuni della provincia di Agrigento l’istituzione del registro per le unioni civili.

Unioni civili, Rifondazione: “Nell’Agrigentino è arrivato il momento”

Il neo costituito circolo “Pietro Tresso” di Agrigento “lo ritiene un indispensabile strumento – si legge in una nota -per la tutela di tutte quelle forme di legami affettivi che non si fondano sull’istituto del matrimonio ma che sono comunque caratterizzati da una convivenza stabile e duratura. E’ necessario sostenere le unioni civili e superare ogni discriminazione, garantendone la piena integrazione quanto meno a livello locale, in attesa di significativi passi avanti dai legislatori nazionali.
Essendo compito delle istituzioni il garantire alle persone i diritti civili e sociali senza discriminazioni di sorta – prosegue la nota – riteniamo che anche sul nostro territorio sia arrivato il momento di avviare delle procedure propedeutiche all’istituzionalizzazione delle coppie di fatto attraverso l’istituzione degli appositi registri, così come fatto già da diversi comuni in Italia.


Sabato – conclude la nota di Rifondazione Comunista circolo “Pietro Tresso” di Agrigento – saremo quindi a Porta di Ponte con una bozza di regolamento per informare tutti i cittadini sull’importanza di questo strumento, convinti come siamo che riusciremo a superare la quota di 300 firme necessaria affinché tale regolamento possa essere presentato al Consiglio Comunale come petizione popolare. E’ nostro dovere combattere l’omofobia e garantire a tutti il diritto di avere gli stessi diritti”. Segui Comunicalo.it anche su Facebook