Calcio, Asd Cattolica Eraclea: sorpresa e sgomento per cartucce al Siculiana

Asd Cattolica Eraclea
Asd Cattolica Eraclea

CATTOLICA ERACLEA. Sorpresa, sgomento e condanna di tutto il mondo sportivo e civile di Cattolica Eraclea per la vicenda che ha visto la presenza di una busta con due proiettili fatta trovare davanti allo stadio comunale di Siculiana, la cui squadra di calcio domenica pomeriggio dovrà incontrare in trasferta proprio la compagine cattolicese.
Gettano acqua sul fuoco sia i dirigenti che l’allenatore della squadra di calcio i quali esprimono profonda sorpresa per il vile gesto e sottolineano che la tifoseria cattolicese è sempre stata in questi anni seria, educata e tranquilla, come dimostrano le cronache delle partite di calcio.
“Condanniamo il grave fatto – ci dice il presidente del sodalizio calcistico, l’imprenditore Giuseppe Costanza – e confidiamo nelle indagini delle forze dell’ordine per fare luce sulla vicenda. La nostra squadra e il nostro campo di calcio non hanno mai avuto multe e squalifiche e la tifoseria è la più tranquilla della provincia. Pensate che allo stadio “Emanuele Schembre” ogni domenica oltre il 60 per cento del pubblico è costituito da donne e da tanti bambini che, senza il pagamento di alcun biglietto d’ingresso, si divertono e fanno festa”.
E’ dello stesso avviso l’allenatore della squadra Gaspare Tutino. “Ci dispiace che i nostri amici di Siculiana possano pensare che il vile gesto possa avere radici tra la società e tra i nostri tifosi – afferma il tecnico cattolicese – il nostro pubblico è tranquillissimo, non vi sono tifosi esagitati e non si è avuta alcuna protesta nemmeno quando la squadra quest’anno, in casa, ha pareggiato con Lercara e perso con Milena. Abbiamo avuto in passato tanti scontri calcistici per la promozione, qualche volta abbiamo vinto e qualche altra volta abbiamo perso, ma l’ambiente sportivo è sempre stato esemplare”.
Resta, comunque, il fatto che la busta con due proiettili è stata trovata a Siculiana. Si è in attesa a Cattolica Eraclea di conoscere quali saranno i provvedimenti che saranno adottati dalla prefettura di Agrigento per la gara di domenica prossima. Si fanno diverse ipotesi. La più concreta, per evitare contatti tra le due tifoserie, potrebbe essere quella di far giocare la partita a porte chiuse. Impazzano, intanto, su facebook inopportune dichiarazioni delle opposte tifoserie.
Enzo Minio