Tentato femminicidio, giovane di Ribera condannato a 7 anni e mezzo

terminegIl tribunale di Sciacca ha condannato il venticinquenne Gianfranco Termine, di Ribera, a 7 anni e mezzo di carcere, riconoscendolo colpevole di aver tentato di uccidere l’ex fidanzata nel gennaio 2013, quando il giovane diede appuntamento alla ragazza nel cimitero comunale. Il rapporto tra i due giovani – secondo quanto ricorda l’Ansa – era già  in crisi e al culmine dell’ennesimo litigio, il ragazzo,  condannato anche al risarcimento di 30 mila euro alla parte civile,  sferrò una ventina di coltellate sul corpo della giovane, trovata dal custode del cimitero in una pozza di sangue. Il processo si è celebrato con il rito abbreviato. La sentenza è stata emessa dal giudice Giuseppe Miceli. La difesa aveva chiesto la non imputablità di Termine perchè al momento del fatto sarebbe stato incapace di intendere e di volere.