Decreto Irpef Renzi in Gazzetta Ufficale, ok bonus da 80 euro al mese

Decreto irpef, Renzi
Il premier Matteo Renzi (Pd)

Arriva il bonus da 80 euro al mese, decreto Irpef  Renzi pubblicato in Gazzetta Ufficiale, esulta il premier .
I lavoratori dipendenti con un reddito tra gli 8 e i 24 mila euro si troveranno in busta paga da maggio un bonus di 80 euro al mese, 640 euro annui. Il decreto Irpef Renzi è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed entra in vigore da oggi stesso. Arriva anche un fondo per ridurre la pressione fiscale sul lavoro in cui confluiranno gli effetti strutturali dei tagli adottati. Ecco alcune delle principali novità della versione definitiva del decreto Irpef in Gazzetta Ufficiale.

Decreto Irpef Renzi 2014, ecco 80 euro al mese

Decreto Irpef Renzi, ok bonus da 80 euro al mese. Il bonus Irpef nel 2014 sarà di 640 euro per i redditi fino a 24.000 euro e decrescerà fino a zero da 24.000 a 26.000 euro. Restano esclusi gli incapienti. Il bonus dovrebbe diventare strutturale con la legge di stabilità per l’anno 2015.
Fondo per taglio al cuneo fiscale. Arriva col decreto del Governo Renzi il fondo per ridurre la pressione fiscale e contributiva sul lavoro che avrà una dotazione di 1,93 miliardi in termini di saldo netto da finanziare e di 2,685 miliardi di euro in termini di indebitamento netto per il 2015, di 4,68 miliardi per il 2016, di 4,135 miliardi per il 2017, di 1,990 miliardi dal 2018.


Taglio Irap 2014: l’aliquota Irap per il 2014 scenderà dal 3,9 al 3,5% già dal 2014 ma per l’acconto si pagherà con aliquota al 3,75%. Per i soggetti che operano nel settore agricolo e per le cooperative della piccola pesca l’Irap diminuirà dall’1,9 all’1,7%. Per le banche e gli altri istituti finanziari l’aliquota passerà dal 4,65 al 4,20%, per le imprese di assicurazione dal 5,90 al 5,30%.
Lotta all’evasione fiscale. Il Governo Renzi si è posto l’obiettivo di incassare nel 2015 dalla lotta all’evasione almeno 2 miliardi in più rispetto al 2013 quando l’Agenzia delle Entrate ha registrato un incasso di 13,1 miliardi.
Pagamento debito Pubblica amministrazione. Il decreto Irpef Renzi stanzia inoltre 9,5 miliardi per accelerare il pagamento dei debiti della pubblica amministrazione. Per i pagamenti è previsto un limite di 90 giorni per quest’anno e di 60 dal 2015. Scatta il blocco delle assunzioni per le amministrazioni che pagheranno in ritardo.

Tetto agli stipendi dei manager. E’ stato confermato nel decreto Irpef  Renzi il tetto a 240 mila euro ai compensi dei dirigenti e dei manager pubblici, compresi magistrati.

Segui Comunicalo.it anche su Google+