Favara, “topo” d’auto arrestato in flagranza di reato

carabinieri2014I carabinieri della cenenza di Favara nell’ambito dei servizi finalizzati alla prevenzione e repressione dei furti assicurati nella città di Favara, nel tardo pomeriggio del 24 aprile 2014 hanno arrestato in flagranza di reato Giuseppe Castellana, 56enne, disoccupato del luogo.

L’uomo è stato sorpreso dai carabinieri nei pressi del cimitero comunale di via Capitano Callea nell’atto di asportare, dopo avere frantumato il finestrino anteriore destro di un’autovettura di proprietà di una donna del luogo, una borsa contenente denaro, documenti ed effetti personali vari.


I carabinieri, inoltre, durante la perquisizione alla quale hanno sottoposto il malfattore, hanno rinvenuto una forbice per la potatura delle piante, che era stata utilizzata per mandare in frantumi il vetro del veicolo e, distante alcuni metri dal luogo dell’arresto, all’interno di una Fiat Punto di cui il soggetto è intestatario, alcune candele per motori normalmente utilizzate dai “topi d’auto” per rompere i vetri dei veicoli presi di mira nonché la somma di quasi 600 euro, ritenuta dai militari operanti compendio di altre attività delittuose commesse dal prevenuto. Rinvenuto anche un computer oggetto di precedente furto su altra autovettura effettuato nella medesima zona.

Dopo l’arresto, il malfattore, su disposizione della competente autorità giudiziaria, è stato accompagnato nella propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Segui Comunicalo.it anche su Google+