Amnistia e indulto 2014: nuovi appelli al Governo Renzi contro sovraffollamento carceri

amnistia e indulto 2014
Amnistia e indulto 2014, foto da radicalifirenze.com

Uno striscione di venticinque metri con la scritta “Amnistia” è stato esposto oggi per breve tempo da una delle facciate di Palazzo Vecchio, a Firenze la città del premier Matteo Renzi, durante una manifestazione organizzata dall’associazione fiorentina per l’iniziativa radicale Andrea Tamburi per chiedere amnistia e indulto 2014 contro il sovraffollamento nelle carceri italiane.

Indulto e amnistia 2014: nuovi appelli al Governo Renzi contro sovraffollamento carceri

Diversi esponenti dell’associazione sono riusciti ad appendere e srotolare in parte lo striscione dall’ultimo piano del Palazzo Vecchio ma sono stati subito interrotti dal personale del Comune di Firenze. I militanti radicali hanno poi proseguito la manifestazione in piazza della Signoria dove hanno dato vita a un sit-in nonviolento per sostenere la battaglia condotta da Marco Pannella a favore dei provvedimenti di amnistia e indulto 2014 per i detenuti italiani. L’associazione per l’iniziativa radicale Andrea Tamburi ha invitato a inviare appelli quotidiani per i provvedimenti di clemenza, chiesti dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con il messaggio alle Camere dello scorso 8 ottobre, al premier Matteo Renzi ma anche ai presidenti di Senato e Camera Pietro Grasso e Laura Boldrini.

Amnistia e indulto 2014, Andrea Ricciardi accanto a Marco Pannella

A favore di amnistia e indulto 2014 anche Andrea Ricciardi, il fondatore della Comunità di Sant’Egidio che è andato a fare visita a Marco Pannella il quale ieri ha parlato del problema del sovraffollamento carceri in una telefonata con Papa Francesco. “E’ una situazione malata: assieme a un diverso sistema delle pene, non carcero-centrico per reati di lieve entità e che non rappresentano un allarme sociale, alla riduzione della abnorme custodia cautelare, misure cui governo e parlamento hanno messo mano, e al normale uso delle misure alternative al carcere, oggi il coraggio di un provvedimento di indulto e amnistia sarebbe un punto di svolta definitivo: rimetterebbe il sistema carcerario e delle pene in grado di funzionare, dalla patologia alla fisiologia”’, ha dichiarato  Andrea Ricciardi dopo la visita a Marco Pannella. ”La Comunità di Sant’Egidio – ha aggiunto Ricciardi
– continuerà nella stessa direzione per umanizzare le carceri e restituire legalità a un sistema in difficoltà”.

Segui Comunicalo.it anche su Google+