Indulto e amnistia 2014, nuovo appello di Napolitano: ‘Misure per i detenuti’

indulto e amnistia 2014
Il Presidente Napolitano e Papa Francesco

Indulto e amnistia 2014, ultime notizie: nuovo appello del presidente della repubblica Giorgio Napolitano oggi dopo incontro con Papa Francesco a margine della cerimonia di canonizzazione di Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII di questa mattina in San Pietro.
“Nel salutare il Pontefice, a conclusione della storica cerimonia di questa mattina in San Pietro, ho voluto ringraziarlo – si legge in una nota del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano già intervenuto con il messaggio alle Camere dell’8 ottobre scorso per chiedere indulto e amnistia 2014 – per il generoso gesto della sua telefonata di qualche giorno fa a Marco Pannella, che si espone anche a un grave rischio per la sua salute per perorare la causa delle migliaia di detenuti ristretti in condizioni disumane in carceri sovraffollate e inidonee”.

Indulto e amnistia 2014, nuovo appello di Napolitano dopo incontro con Papa Francesco

“In effetti è ora, a distanza di oltre sei mesi dal messaggio da me rivolto al Parlamento a questo proposito – ha aggiunto il Capo dello Stato Giorgio Napolitano intervenendo di nuovo contro il sovraffollamento carceri e tornando a chiedere indulto e amnistia – di fare il punto sulle misure adottate e da adottare, anche in ossequio alla nota sentenza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo”. La Corte di Strasburgo impone all’Italia di prendere provvedimenti entro il 28 maggio per ristabilire condizioni umane e dignitose nelle carceri, quattro disegni di legge per la concessione di amnistia e indulto 2014, sui provvedimenti di clemenza generale ad efficacia retroattiva è atteso anche il testo di legge unificato che dovranno presentare i senatori Falanga (FI) e Ginetti (Pd).

Segui Comunicalo.it anche su Google+