Siculiana: inaugurato il #MeTe, Museo della memoria e del territorio

siculiana
I ragazzi dell’associazione ALT

SICULIANA. Ci sono anche gli strumenti medici con i quali il medico siculianese Giuseppe Basile curò il generale Giuseppe Garibaldi. Ma anche gli attrezzi agricoli di un tempo, come quelli per coltivare e trasformare il grano e l’uva. E’ stato inaugurato ieri sera, grazie al successo di una raccolta fondi su internet, il #MeTe, il Museo della memoria e del territorio di Siculiana dove è stata messa in mostra da un gruppo di giovani una storia che va dal Risorgimento al Novecento. Il #MeTe, situato nella splendida cornice del quartiere Casale di Siculiana, in via Picarella, è stato ideato e realizzato dai ragazzi dell’associazione Alt presieduta da Stefano Siracusa in collaborazione con l’architetto Giuseppe Sinaguglia, all’interno di una struttura comunale collaudata già nel 2008 per ospitare un museo ma in realtà mai utilizzata. Diverse le sezioni espositive del museo, frutto di un lavoro di ricerca portato avanti dal 2009 dai ragazzi dell’Associazione Leisure and Tourisme. Una sezione è dedicata a Giuseppe Basile, il medico di Giuseppe Garibaldi, un’altra sezione espositiva è dedicata ai caduti della prima e della seconda guerra mondiale. Spazio anche alle credenze religiose, alla tradizione vitivinicola, al ciclo del grano e agli antichi mestieri.

Siculiana, dove i giovani recuperano la memoria per sviluppare il turismo

Il progetto è stato finanziato grazie a una raccolta di fondi su internet, in massa hanno risposto all’appello lanciato su social network come Facebook e Twitter. “Hanno contribuito numerosi cittadini, in particolare emigrati siculianesi all’estero, ma anche tanti ragazzi di tutta Italia che ogni anno partecipano ai nostri campi estivi per far conoscere il territorio, le tradizioni, gli antichi mestieri, l’artigianato e l’enogastronomia del posto. L’associazione – afferma il presidente di Alt Stefano Siracusa, visibilmente soddisfatto durante la presentazione Museo della memoria e del territorio di Siculiana – ringrazia l’architetto Salvatore Domenico Schembri, l’etnoantropologo Antonino Frenda, lo storico Calogero Conigliaro, lo studioso Alphonse Doria, la Famiglia Basile, l’associazione Siculiana On Line, Palermo Foto Acsi Matteotti, l’Acsi Comitato Provinciale di Agrigento, la società cooperativa Ipacem, il Comune di Siculiana per l’autorizzazione all’utilizzo dei locali museali e tutti i cittadini che hanno contribuito con le donazioni”.


Il #MeTe ospiterà nei prossimi giorni, dal 30 aprile al 4 maggio, diversi eventi a carattere culturale ed enogastronomico. Prevista l’esibizione del Quartetto Pomarico Italian Clarinet e la presentazione del libro “Gli Occhi”, poesie d’amore di Matteo Sinaguglia. Tutte le altre informazioni e gli orari d’apertura sul sito altsiculiana.blogspot.it. “E’ un’occasione unica per Siculiana – ha aggiunto Siracuda – l’apertura di un museo etnoantropologico che valorizza la memoria di un territorio spesso indifferente alla proprie radici, al proprio passato e alla ricchezza che ne deriva. Un’occasione importante per ricordarci in particolare noi giovani del nostro territorio, della sua bellezza, del suo capitale umano e naturalistico”.

Segui Comunicalo.it anche su Google+