Europee, Alfano ad Agrigento: ‘Da qui parte il bing bang del Nuovo centrodestra’

nuovo centrodestra“Il bing bang del Nuovo centrodestra partirà da Agrigento”. Nuovo bagno di folla per Angelino Alfano nella città dei templi dove ieri il leader Ncd ha radunato i suoi in vista delle Europee e presentato la candidatura del senatore Giuseppe Marinello al parlamento europeo.
“Noi – ha detto Angelino Alfano – speriamo in un risultato che rappresenti il big bang del vecchio centro destra per dare vita a una nuova area popolare, riformatrice e moderata che possa essere alternativa alla sinistra e che abbia la capacità di sfidarla e vincerla anche tra poco”.


E a proposito della sua città il leader Ncd – approfittando dell’arrivo in sala durante il suo intervento dell’alleato Lillo Firetto, sindaco empedoclino e deputato Udc all’Ars – ha detto di “non capire come mai ad Agrigento non si fa niente mentre a Porto Empedocle si fanno tante belle cose e la città va avanti a testa alta”.
Parlando delle questioni legate alla nuova ondata migratoria il ministro dell’Interno ha detto che chiederà all’Unione europea di spostare la sede di “Frontex, un’agenzia che serve a difendere la frontiera europea ma che ha ancora sede a Varsavia e questo non ha più senso. La frontiera che va difesa adesso è quella del nostro mare, per questo noi vogliamo che Frontex abbia sede in Italia, magari ad Agrigento”.
Sul palco del cinema Astor prima del leader sono intervenute – oltre allo“speaker” Giancarlo Granata e ai deputati Nino Bosco e Vincenzo Fontana – anche le più giovani presidenti dei circoli Ncd nell’Agrigentino: Lidia Mirabile di Naro, Angelisa Falsone di Campobello di Licata, Silvia Boccadoro di Porto Empedocle e Concetta Russotto di Licata.


“Dobbiamo riportare al centro dell’agenda della politica europea – ha detto il senatore Giuseppe Marinello, candidato alle elezioni Europee – il Mediterraneo e la provincia di Agrigento non possono essere percepite come la periferia d’Europa. Il Mediterraneo, la Sicilia e l’Agrigentino devono essere al centro dell’Europa – ha ribadito – e per far questo bisogna promuovere delle politiche euromediterranee, in particolare nei rapporti col continente africano e con quella porzione di continente asiatico che si affaccia nel Mediterraneo che vedono una vera e propria centralità dell’Europa nelle politiche internazionali. Dobbiamo contribuire a dare un’anima all’Unione europea, che non può essere soltanto una ridda di norme in materia economica o di questioni burocratiche”.
E parlando dell’alleanza con l’Udc Marinello ha spiegato che il Nuovo centrodestra “punta a conquistare la maggioranza silenziosa e gli elettori moderati, è quindi di tutta evidenza che con l’Udc non ci interessa solo un’alleanza elettorale ma un’intesa di medio e lungo termine che porti tutti i moderati italiani a fare squadra per poter diventare – ha detto il presidente della commissione Ambiente del Senato – una proposta credibile non soltanto alle prossime elezioni Politiche ma soprattutto per rappresentare un’alternativa in materia economica, sociale, etica che sia punto di riferimento per tutto il Paese”.
Molte le donne in prima fila nel Nuovo centrodestra agrigentino. “La nostra Europa è ‘bella senz’anima’, l’Ncd proverà a ridarle vitalità e fiducia, ricostruendo una nuova economia e ridando velocità al cambiamento”, ha detto Enza Galluzzo di Sciacca. “L’Europa così com’è – ha detto Gabriella Miceli di Porto Empedocle – non piace a nessuno, noi dell’Ncd vogliamo essere la forza motrice del cambiamento e della rinascita”.