Agrigento, una mostra ricorda la conquista della Luna

agrigento,
Sulla Luna. L’equipaggio da sinistra, Lovell, Mattingly ed Haise. Wikipedia

AGRIGENTO. Simulare un viaggio a bordo della navicella spaziale, azionare a distanza un’astromobile, imparare a costruire un razzo e rivivere le esperienze degli astronauti attraverso le immagini e i racconti di chi ha lavorato con loro. Non solo questo ma tanto altro ancora potrà sperimentare chi visiterà la mostra, organizzata dall’Associazione Notte con le Stelle, che aprirà i battenti l’8 maggio, alle 8,30, nei locali della Biblioteca Museo Luigi Pirandello di via Imera 50, ad Agrigento.

L’iniziativa, realizzata per ricordare l’avventura compiuta il 21 luglio del 1969 dall’equipaggio dell’Apollo 11 con la conquista della Luna, è rivolta principalmente ai ragazzi delle scuole e si avvale della collaborazione di un gruppo di giovanissimi studiosi di ingegneria spaziale, con i quali sarà possibile interagire e aprire un dialogo per scoprire tutti i segreti della conquista umana dello spazio.


“Dopo 45 anni – afferma il presidente dell’Associazione, Tommaso Parrinello, dirigente Esa all’Ansa -, potremo ricordare quello straordinario passato per ispirare i ragazzi, che rappresentano il nostro futuro”.
L’evento è gratuito ed è aperto a tutti. Nel corso della mostra sarà possibile consultare materiale inedito e assistere a proiezioni e conferenze sui 50 anni dell’Italia spaziale e sulla conquista della Luna, a cura di Paolo D’Angelo, giornalista di Ansa-Scienza, tra i maggiori esperti della storia spaziale, e di Fabrizio Bernardini, ingegnere aerospaziale che ha lavorato in diverse missioni spaziali.
Questo primo evento è organizzato dall’Associazione in collaborazione con la British Interplanetary Society Italia di Roma e con il patrocinio, tra gli altri, dell’Ea, l’Agenzia Spaziale Europea, della Biblioteca Museo Pirandello, dell’Assessorato regionale al Turismo, dell’Unione Astrofili Italiani e con partner come l’ente Parco archeologico e il Giardino della Kolymbetra.