Genovese, la Camera autorizza l’arresto del deputato Pd

La Camera dei Deputati ha approvato nella seduta di oggi 15 maggio l’autorizzazione all’arresto del deputato siciliano del Partito democratico Francantonio Genovese. Hanno votato a favore 371 deputati, 39 i contrari.
Silenzio in aula a Montecitorio dopo l’approvazione. La deputata Giulia Sarti del Movimento 5 stelle ha poi attacca il presidente della Repubblica e i deputati del Pd l’hanno contestata urlando dai propri banchi “basta!”. Subito dopo è arrivata anche la risposta del deputato del Partito democratico Emanuele Fiano: “Qui dentro non è possibile ledere l’onorabilità del presidente della Repubblica”.
“Abbiamo votato la richiesta d’arresto di Genovese. Ora Grillo si asciughi la bava alla bocca e parli dei problemi del Paese. Se ne e’ capace”, ha scritto su la deputataAlessia Morani, responsabile Giustizia del Pd di Renzi.
Sono sei i deputati del Pd di Renzi che hanno votato no alla richiesta di arresto per Genovese. Si tratta di Giuseppe Fioroni, Maria Greco, Maria Amato, Tommaso Ginoble, Gero Grassi e Maria Tindara Gullo, vicina di banco del deputato messinese Francantonio Genovese travolto dagli scandali dell’inchiesta sui corsi di formazione professionaqle in Sicilia. Si è astenuta dal voto Paola Bragantini, sono invece tredici i deputati Pd in missione e 33 quelli che non hanno partecipato al voto sull’autorizzazione all’arresto di Genovese.