Ultime notizie amnistia e indulto 2014 e Governo Renzi

ultime notizie amnistia e indultoUltime notizie su amnistia e indulto 2014: “Oggi non c’e’ un clima che spinga nella direzione di misure come l’amnistia e l’indulto”. Lo ha affermato ieri il ministro della Giustizia Andrea Orlando, oggi a Genova. “Non demonizzo l’indulto né l’amnistia – ha aggiunto Orlando secondo quanto viene riportato dall’Ansa –. Sono stato tra coloro che votarono a favore nel 2007. Non ho però la facoltà di mutare l’orientamento delle forze politiche e serve la maggioranza dei 2/3 del Parlamento per approvare queste misure. Se oggi seguissimo quella strada, rischieremmo di non ottenere alcun risultato senza dare le risposte necessarie per migliorare il sistema”. “Le misure che stiamo assumendo invece – ha proseguito – possono diventare strutturali e costituire un modello. Non dobbiamo sottovalutarle. Va detto poi che amnistia e indulto risolvono la situazione per chi esce dal carcere ma – ha concluso – non servono a migliorare le condizioni di chi rimane dentro”.

Ultime notizie su amnistia e indulto 2014, parla il ministro della Giustizia Andrea Orlando

Ultime notizie amnistia e indulto 2014: “Oggi non c’è un clima che spinga nella direzione di misure come l’amnistia e l’indulto”, ha affermato Guardasigilli Andrea Orlando ieri a Genova. “Non demonizzo l’indulto – ha aggiunto Orlando – ne’ l’amnistia. Sono stato tra coloro che votarono a favore nel 2007. Non ho però la facoltà – ha detto Orlando parlando di indulto e amnistia – di mutare l’orientamento delle forze politiche e serve la maggioranza dei 2/3 del Parlamento per approvare queste misure. Se oggi seguissimo quella strada, rischieremmo di non ottenere alcun risultato senza dare le risposte necessarie per migliorare il sistema”. “Le misure che stiamo assumendo invece – ha proseguito – possono diventare strutturali e costituire un modello. Non dobbiamo sottovalutarle. Va detto poi che amnistia e indulto risolvono la situazione per chi esce dal carcere ma – ha concluso – non servono a migliorare le condizioni di chi rimane dentro”.

Amnistia e indulto 2014, Rita Bernadini (Radicali italiani): in Italia pena illegale

Ultime notizie indulto e amnistia 2014: “In Italia facciamo scontare ai detenuti una pena illegale, sia a chi e’ in attesa di giudizio, sia a chi ha condanne definitive”. Lo ha affermato a Bologna la segretaria nazionale dei Radicali Italiani, Rita Bernardini, tornando sul tema della situazione della giustizia e delle carceri italiane. “In nome di Marco Pannella che conduce da anni questa battaglia – ha aggiunto la Bernardini secondo quanto riportato dall’Ansa – abbiamo presentato denuncia a tutte le Procure della Repubblica d’Italia per il reato di maltrattamenti”. Bernardini ha partecipato al convegno ‘Una sempre più prepotente urgenza, un imperativo giuridico, politico, morale’, organizzato dai Radicali all’interno della casa circondariale della Dozza di Bologna per rilanciare la battaglia per amnistia e indulto 2014.


Ha ricordato la sentenza Torreggiani emessa dalla Corte europea dei diritti umani un anno fa, che ha condannato l’Italia per trattamenti “inumani e degradanti” riservati ai detenuti. Una questione che l’Italia dovrebbe riuscire a risolvere entro la fine di maggio. Per la leader radicale, questi trattamenti si possono chiamare ‘tortura’: “sono 30 anni che la situazione delle carceri e’ quella che sappiamo – ha proseguito – e adesso e’ il momento di passare dalle parole ai fatti: di qui la denuncia, perché ci deve essere qualcuno responsabile di questi maltrattamenti.” Secondo Bernardini, se l’Italia e’ un paese in ginocchio e’ anche perché non funzionano la giustizia civile e penale: “solo con un’amnistia e un indulto – ha detto – si innesca una riforma della giustizia”.