Amnistia e indulto 2014, nuovi appelli al Parlamento



indulto e amnistia 2014
Amnistia e indulto 2014, ilministro della Giustizia Andrea Orlando (Pd)

Amnistia e indulto 2014, ultime notizie. “Abbiamo perso troppo tempo in sterili discussioni politiche. Urge – ha detto il senatore Enrico Buemi che ha presentato un disegno di legge per amnistia e indulto 2014 – un’applicazione puntuale da parte della magistratura dei provvedimenti recentemente adottati dal Parlamento in termini di carcerazione cautelare e espiazione della pena in regime attenuato ed e’ necessario anche un rapido ricorso all’indulto e all’amnistia per far fronte a questa drammatica situazione presente in tutta Italia. Pur nella consapevolezza – ha concluso Buemi secondo quanto riporta ilVelino – che una parte dell’opinione pubblica e della politica sono restii a provvedimenti di questo genere, ma i ritardi culturali e politici si pagano”.


Amnistia e indulto 2014, ultime notizie. Soddisfazione per quanto sinora fatto e per l’impegno dimostrato dal governo e dal ministro della giustizia nel risolvere la questione del sovraffollamento carcerario. A esprimerla al termine dell’incontro con il ministro della giustizia, Andrea Orlando – oggi a Strasburgo – è il segretario generale del Consiglio d’Europa, Gabriella Battaini Dragoni. “Ora spetterà al comitato dei ministri vagliare attentamente le misure adottate e quelle che saranno prese in futuro (come possibili leggi di amnistia e indulto, ndr) nel corso della prossima riunione nei primi giorni di giugno”, sottolinea, secondo quanto riporta l’Ansa, il vice segretario generale secondo cui il comitato dei ministri potrebbe “togliere la forte riserva” espressa nei confronti dell’Italia anche se manterrebbe il monitoraggio sui risultati effettivi ottenuti.