Immigrazione, Save Children: “Su minori urge risposta immediata”



immigrazionebabyLa situazione dei minori stranieri che arrivano in Italia soli e’ “oltre il livello di guardia” e quindi serve “una risposta immediata”: Save the Children, sulla scia dell’appello lanciato oggi dalla stessa ong insieme ad altre organizzazioni per l’infanzia, insiste nel chiedere al Governo un intervento immediato. “Non e’ possibile affrontare un’altra estate senza un sistema di accoglienza nazionale per le migliaia di minori soli, in qualche caso poco piu’ che bambini, che giungono in Italia, esponendoli a rischi di ogni tipo. Ancora ieri erano 780 i minori soli che si trovavano in strutture inadeguate ad accoglierli, di questi 537 in Sicilia, 144 in Puglia e 82 in Calabria. Per esempio, all’Hotel Haloa di Porto Palo di Capopassero in Sicilia, i 63 minori presenti dormono stipati fino a venti in stanze predisposte per massimo otto posti” denuncia Raffaela Milano, direttore Programmi Italia-Europa di Save the Children.


“E’ indispensabile agire subito per una risposta immediata e dotarsi di una legge organica che definisca una volta per tutte un sistema nazionale di accoglienza per i minori stranieri non accompagnati. La Commissione Affari Costituzionali della Camera ha in discussione un testo di legge che, quasi un anno fa, Save the Children ha presentato pubblicamente con i parlamentari delle diverse forze politiche, di maggioranza e opposizione che l’hanno sottoscritto. Chiediamo che si arrivi al piu’ presto all’approvazione di questa legge” aggiunge Milano. Save the Children e’ presente e opera nelle regioni di sbarco del Sud Italia, in collaborazione con Unhcr, Iom e Croce Rossa Italiana, nell’ambito del progetto Praesidium, coordinato dal Ministero dell’Interno e finanziato dal Governo italiano e dall’Ue. L’organizzazione fornisce inoltre supporto e servizi ai minori migranti non accompagnati presso 2 centri diurni a Roma e a Milano. (ANSA)