Strage di Ustica, Napolitano: “Impegno istituzioni per accertamento verità”

strage di ustica
Il Presidente Giorgio Napolitano con l’On. Daria Bonfietti, Presidente dell’Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica

“A trentaquattro anni dal disastro di Ustica il mio pensiero riverente e commosso va alle 81 persone che in esso persero la vita e ai loro famigliari che, attraverso l’Associazione che li riunisce, ne perpetuano il ricordo”. Lo ha scritto il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel messaggio inviato al Presidente dell’Associazione parenti delle vittime della strage di Ustica, Daria Bonfietti.


“La scelta, che si rinnova anche quest’anno, di affidarne la trasmissione alla potenza espressiva dell’arte contribuisce – ha continuato il Capo dello Stato – a mantenere viva la memoria collettiva di uno degli episodi più inquietanti della nostra vita nazionale. Comprendo e condivido il rammarico per la mancanza di una esauriente ricostruzione della dinamica e delle responsabilità di quel tragico fatto, nonostante i lunghi anni di indagini e i processi celebrati. La tenace sollecitazione a compiere ogni ulteriore sforzo possibile – anche sul piano internazionale – per giungere ad una esaustiva ricostruzione di quello che avvenne nei cieli di Ustica impegna tutte le istituzioni a fare la loro parte perchè si giunga all’accertamento della verità”.

“Con questo spirito – ha concluso il messaggio il Presidente Napolitano – rinnovo i sentimenti di affettuosa vicinanza mia e dell’intero Paese ai familiari delle vittime e all’Associazione che con ammirevole tenacia si batte perché si faccia piena luce sulle cause di quel drammatico evento”.