Mafia, Chinnici (Pd): “Stato garantisca sicurezza magistrati”



chinnicis
Caterina Chinnici, europarlamentare del Pd e figlia di Rocco, giudice ucciso dalla mafia nel 1983

”Il ruolo di magistrato implica un intrinseco e per certi versi inevitabile senso di solitudine, che si avverte ancor di più quando si trattano processi delicati sui quali è forte l’attenzione mediatica”. A dirlo a Carpi è stata Caterina Chinnici, europarlamentare del Pd e figlia di Rocco, il giudice istruttore ucciso dalla mafia nel 1983, durante un incontro del ciclo ‘Ne vale la pena’, a una domanda di una spettatrice sulla situazione dei magistrati impegnati nel processo sulla trattativa stato-mafia. “La necessità è che lo Stato – ha aggiunto – metta in atto tutte le misure possibili per garantire la sicurezza dei magistrati e che, al tempo stesso, ci sia il sostegno dei giovani e di tutti i cittadini attraverso una maturata sensibilità, cosa altrettanto importante affinché questi magistrati non siano soli”. (Adnkronos)