Riforma pensioni, Federeconsumatori: potere acquisto pensionati -13,6%

riforma pensioni 2014
Riforma pensioni 2014

La caduta del potere d’acquisto delle pensioni ha contribuito a far crollare il potere di acquisto delle famiglie del 13,6 % dal 2008. Cosi’ Adusbef e Federconsumatori, mentre si parla di riforma pensioni, commentano in una nota rilanciata dall’Agi, i dati di Confesercenti sulle pensioni, aggiungendo che questo ha comportato “una forte contrazione del mercato solo nel biennio 2012-2013 dell’8,1%, pari alla colossale cifra di 58 miliardi di euro. Tutto cio’ ha provocato ovviamente chiusure, licenziamenti e cassa integrazione”. Le associazioni dei consumatori impegnate sulle proposte di riforma pensioni evidenziano che “il Paese necessita da un lato di risposte serie di rilancio dell’economia attraverso investimenti per il lavoro e dall’altro di un recupero del potere di acquisto attraverso anche processi di detassazione” e chiedono, concludono Lannutti e Trefiletti, “l’estensione degli 80 euro anche a pensionati e incapienti”.