Pd Sicilia, cuperliani contro Crocetta: “Eversivo caos governo”



Gianni Cuperlo, Antonello Cracolici e Maria Iacono (Pd)
Gianni Cuperlo, Antonello Cracolici e Maria Iacono (Pd)

Nella Sicilia che brucia, quasi disarmata, in preda alle fiamme, continua a incendiarsi anche il clima politico; e in particolare il rapporto tra il governatore Rosario Crocetta e la fronda consistente del suo partito, quella rappresentata dai cuperliani. A guidare le truppe degli scontenti e’ Antonello Cracolici, influente deputato regionale, presidente della Commissione Affari istituzionali, avanguardia di almeno meta’ del gruppo all’Ars: “Per Crocetta meglio l’opposizione che quelli del Pd che lo criticano. Mi definisce eversivo. E’ eversivo il caos di questa amministrazione”. E ancora: “Crocetta si e’ offeso per la metafora sui camerieri da me usata. Strano, mi sembrava piu’ duro il giudizio sul governo dei ‘gabinetti'”. A prendere le difese del governatore e’ l’area renziana che replica agli attacchi di coloro che chiama “reduci”: “Smettiamola con i ‘selfie’ – dice il deputato Fabrizio Ferrandelli – perche’ cosi’ si va a sbattere. Servono nuovi scatti. Scatti di dignita’, di coraggio, di orgoglio, di impegno. Non ci sono piu’ alibi, la crisi economica in Sicilia e’ forte, ma possiamo farcela. Per far questo c’e’ bisogno pero’ di tanti pionieri che puntano l’obiettivo verso i siciliani, non di pochi reduci esperti nell’autoscatto”. (AGI)