Cattolica, l’opposizione al sindaco: “No alla politica del Gattopardo”

cattolica eraclea
Orietta Amato, capogruppo opposizione Cattolica Eraclea

“Con rammarico, in questi due anni abbiamo assistito, in ordine sparso: al susseguirsi di assessori che restano in carica qualche mese o più, senza aver mai lasciato traccia del loro passaggio, nessuno si è distinto per un risultato concreto raggiunto”.
Lo ha detto il capogruppo consiliare dell’opposizione Orietta Amato rivolgendosi al sindaco di Cattolica Eraclea Nicolò Termine durante l’ultima seduta del consiglio comunale dedicata, tra l’altro, all’approvazione rendiconto finanziario 2013.


“Non parliamo – ha aggiunto la capogruppo della minoranza consiliare Orietta Amato – della diminuzione del costo della politica, delle consulenze esterne, delle spese legali; nessuna pianificazione di attività culturali o ricreative che possano attirare i nostri ragazzi, l’estate è già arrivata ma ancora nessun calendario. Lo sport attività indispensabile, a tutte le età, per il benessere del corpo e della mente, l’unico vostro pensiero politico è stato quello dell’ autotutela, con la revoca all’Asd Cattolica Eraclea dell’affidamento del campo sportivo e da quel momento viene abbandonato all’incuria e privo della più elementare manutenzione ordinaria; il turismo nulla è stato fatto per gestire e valorizzare un patrimonio ambientale come il nostro,la nostra località balneare completamente trascurata, nessuna attività di promozione o di marketing turistico; e il capitolo dedicato alle tasse (IRPEF,IMU…) tutto quello che si poteva aumentare è stato aumentato, o forse c’è ancora qualcosa da aumentare?”.


“Sendiamo un velo pietoso – ha aggiunto Orietta Amato durante il suo intervento in consiglio comunale – sull’igiene pubblica: il paese in balia dei topi, cani randagi,regna la sporcizia ovunque, il degrado è il protagonista sia nel centro storico come nei quartieri periferici; che fine hanno fatto i “RESPONSABILI DI ZONA”? coloro che dovevano coadiuvare il lavoro del Sindaco nell’individuare le problematiche e i bisogni dei vari quartieri?. Infine non possiamo dimenticare la sua,ormai, famosa “LOTTA CONTRO I POTERI FORTI”: Enel Sole, Moncada con le sue pale eoliche, Girgenti Acque, l’unico effetto visibile della sua “lotta” è la breve assunzione di qualche nostro giovane nel loro ente. Che ben vengano i posti di lavoro! Obbiettivamente devo dire che qualche passo avanti è stato fatto per i “nostri precari” la PROROGA FINALIZZATA grazie ai criteri stabiliti dalla Legge di Stabilità Regionale n°5 del 28 Gennaio 2014. Nel frattempo Cattolica Eraclea perde un importante presidio di legalità quale era l’ufficio del GIUDICE di PACE, la Scuola Primavera, a costo zero per le casse comunali”.


“Consapevoli che viviamo un momento di crisi economica che investe l’economia globale, particolarmente avvertita nei piccoli centri come il nostro, dove chi amministra deve anche far fronte ad umanità che si ricarica continuamente di urgenze e che necessita di dignità, dialogo, di ascolto, di accoglienza, di servizi essenziali, di percorsi che ci aiutino a non perdere la speranza e che incoraggino al cambiamento. E’ nostro desiderio e non solo nostro – ha concluso la capogruppo consiliare dell’opposizione Orietta Amato – che lei stia accanto ed in mezzo ai suoi concittadini, questo implicherebbe: consapevolezza, coinvolgimento, OPPURE dobbiamo giocare a CAMBIAR TUTTO PER NON CAMBIAR NIENTE (Gattopardo). Di certo possiamo dire che siamo riusciti ad evitare un dissesto finanziario non si può dire lo stesso della sua attività politica”.