Riforma pensioni 2014, le nuove proposte del Movimento 5 stelle



riforma pensioni 2014
Riforma pensioni 2014

Ultime notizie sul dibattito relativo alla riforma pensioni 2014. “Il MoVimento 5 Stelle e’ da sempre contrario alle ‘salvaguardie’. Qualsiasi tipo di provvedimento sul mondo del lavoro non deve piu’ contenere la parola “salvaguardia” perche’, nei fatti, si tratta di una lotteria a premi. I nostri lavoratori, i nostri pensionandi per decretazione stanno aspettando, di mese in mese, di vincere questa lotteria. Se pochi vengono premiati, la stragrande maggioranza e’ destinata invece a rimanere a mani vuote perche’ ancora una volta il governo Renzi e la maggioranza che lo sostiene, dopo due anni di promesse, hanno dimostrato, con atti concreti, di non voler abrogare la manovra Fornero”. Walter Rizzetto, vice presidente della Commissione Lavoro, intervenendo sulla riforma pensioni, commenta così l’approvazione alla Camera della proposta di legge sugli esodati, un provvedimento che prevede la sesta salvaguardia per altre 32.100 persone. “Non sono trascorsi neanche due mesi dall’unica convocazione del tavolo di lavoro sugli esodati voluto dal ministro Poletti – ricorda Rizzetto -. Bene, da allora – era il 7 maggio – tutto e’ finito nel dimenticatoio anche perche’, nel frattempo, la Ragioneria dello Stato e l’Inps, su questa piaga sociale tutta italiana, hanno fornito numeri tardivi e insufficienti. Senza dati certi e verificati – che neppure il ministro Giuliano Poletti, dimostrando ancora una volta tutta la sua inadeguatezza, e’ riuscito ad ottenere -, è infatti assolutamente impossibile proporre soluzioni credibili a questo problema”.


“Adesso sono oltre 170 mila i “salvaguardati” che si vogliono tutelare con la cassa integrazione in deroga – precisa il deputato M5S che interviene sulla riforma pensioni -. Eppure ci sono regioni che stanno gia’ bocciando la cassa integrazione in deroga e non accolgono piu’ le domande, visto che non ci sono piu’ fondi per i mobilitati, anche questi in deroga. Con questo andazzo il governo Renzi finira’ per creare, con il prossimo decreto, un altro istituto: la salvaguardia della salvaguardia!”. “Per il MoVimento 5 Stelle si puo’ trovare una soluzione solo mettendo al primo posto i cittadini. Prima degli F35, dell’Alta velocita’, del Mose, dell’Expo, dei finanziamenti al gioco d’azzardo e alle slot machine vengono i cittadini italiani che – conclude Rizzetto sulla riforma pensioni secondo quanto riporta l’agenzia Italpress – non possono piu’ accettare di vedere le loro speranze tradite da questo governo”.