Tre operai travolti e uccisi da un treno sulla Gela-Licata

trenos
Tre operai sono stati travolti da un treno che li ha uccisi mentre stavano lavorando sui binari. L’incidente è accaduto nel pomeriggio, poco prima delle 18, lungo un tratto della ferrovia Gela-Licata nei pressi della zona industriale di Butera, in provincia di Caltanissetta.
A perdere la vita sul posto di lavoro Antonio La Porta, 55 anni, di Porto Empedocle (Ag), Vincenzo Riccobono, 54 anni, di Agrigento, Luigi Gazziano, 57 anni, di Aragona (Ag), operai della Rfi, la società che gestisce la rete ferroviaria per il gruppo Fs Italiane, presi in pieno dal treno regionale Gela – Licata – Caltanissetta. Sono rimasti feriti due passeggeri.
Sull’incidente è stata aperta un’inchiesta Procura della Repubblica di Gela per omicidio colposo plurimo a carico del macchinista del treno. La Procura ha fatto sequestrare dai carabinieri che seguiranno le indagini la scatola nera del treno. La polizia ferroviaria di Caltagirone ha effettuato i rilievi tecnici. Sembra che non vi fossero, secondo quanto riferisce l’Ansa, segnali per indicare la presenza degli operai di Rfi.
“Ricevo in questo istante la notizia di un incidente sulla linea ferroviaria nei pressi di Gela. Tre operai dipendenti di RFI sono morti, investiti da un treno. Alle famiglie dei tre operai voglio far arrivare le mie condoglianze e la mia partecipazione al loro indicibile dolore”. E’ questo il cordoglio del ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Maurizio Lupi espresso in una nota. “Piangiamo ancora una volta per delle morti assurde – ha aggiunto il ministro Lupi – non si può perdere la vita così, mentre si sta compiendo il proprio lavoro. Il senso di pietà e l’esigenza di giustizia chiedono che si chiarisca nel più breve tempo possibile che cosa è successo e quali siano le responsabilità di questo ennesimo incidente mortale sul lavoro. Ho chiesto alla dirigenza di Ferrovie dello Stato di farmi immediatamente una relazione sull’accaduto” conclude Lupi.
“Non ci sono parole per quanto avvenuto sulla linea ferroviaria nel nisseno, dove tre operai hanno perso tragicamente la vita in servizio, sul posto di lavoro”, ha dichiarato il deputato Ncd, Alessandro Pagano. “Bene ha fatto il ministro Lupi a richiedere subito un rapporto scritto per capire le dinamiche dell’incidente. Lo dobbiamo soprattutto – conclude Pagano – alle famiglie dei tre operai, cui va il mio personale cordoglio”.