Teatri di Pietra Sicilia in 12 siti archeologici: ecco il programma



Teatri di Pietra Sicilia
Teatri di Pietra Sicilia
Teatri di Pietra Siciliacompie dieci anni. Parte domani, giovedì 24 luglio la rete culturale per la valorizzazione dei teatri antichi e dei siti monumentali attraverso lo spettacolo dal vivo che coinvolge i siti archeologici e le aree monu-mentali quest’anno in cinque regioni d’Italia: dalla Toscana alla Sicilia, con più di cento appuntamenti per una pro-grammazione dedicata al teatro classico, alla danza, alla musica, alla storia e alla Sicilia.La rassegna, ideata da Teatri di Pietra Sicilia e Capua Antica Festival e diretta da Aurelio Gatti, quest’anno è promossa direttamente dai Co-muni coinvolti con il sostegno dall’Associazione Teatri di Pietra Sicilia e Capua Antica Festival, in collaborazione con numerosi enti e organismi culturali di pregio come la Fondazione Whitaker e il FAI di Agrigento.
Tra teatro, danza, musica e nuovi linguaggi, sono circa 11 produzioni che si alterneranno nei dodicisiti di sette province siciliane fino al 29 agosto:
– nel trapanese ilTempio di Hera a Selinunte Castelvetrano, l’Area archeologica Isola di Mothia a Marsala, l’Ex Stabilimento Florio a Favignana e il Castello di Castellammare del Golfo;
– nell’agrigentino l’Area archeologica di Eraclea Minoa a Cattolica Eraclea e il Giardino della Kolymbetra di Agrigento;
– nel ragusano il Parco archeologico Kaucana a Santa Croce Camerina e la Cava di Pietra Franco a Modi-ca;
– l’Area archeologica Vassallaggi a San Cataldo (Cl);
– il Teatro Antico di Morgantina ad Aidone (En);
– il Teatro Antico Jaitas di San Cipirello (Pa);
– il Teatro Antico Akrai a Palazzolo Acreide (Sr)

Anche quest’anno Teatri di Pietra da vita a un percorso di arte e cultura che privilegia lo straordinario patrimonio stori-co e artistico siciliano e al contempo offre una concreta opportunità di sviluppo socio-culturale e crescita dei territori coinvolti, mirando all’obiettivo principale di accrescere e sviluppare la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio storico e paesaggistico della Sicilia attraverso lo spettacolo dal vivo si promuovono, senza invaderle, aree straordinarie che si offrono ad una fruizione più ampia, coinvolgendo un pubblico diversificato e più vasto. Le diversità della propo-sta artistica, la presenza di compagnie rappresentative la migliore produzione nazionale, la presenza significativa di artisti siciliani accanto a figure di rilievo della scena nazionale, nonché un “fare rete” delle Amministrazioni coinvolte, ha permesso di costruire un programma di ampio respiro .
La ricorrenza di Teatri di Pietra Sicilia, che dal 2005 si propone puntualmente ogni anno nonostante le difficoltà, fa di questa manifestazione un appuntamento “atteso” , testimonianza di un progetto che aggrega e cresce intorno a un’idea innovativa di valorizzazione e sviluppo sostenibile dei territori. Una nuova edizione quindi, resa possibile grazie all’im-pegno delle Amministrazioni coinvolte che attraverso Teatri di Pietra ribadiscono, seppure con molte difficoltà, la vo-lontà a operare un diverso modo di fare “turismo/cultura e sviluppo” privilegiando progettualità che concretamente dialoghino con il territorio, le cittadinanze e le identità che queste esprimono. Un progetto che anche in un momento di grande difficoltà per la Regione e il Paese, riesce a esprimere la volontà e la determinazione a fare della cultura e del patrimonio la risorsa principale di sviluppo delle cittadinanze coinvolte.
La programmazione siciliana partirà quest’anno il 24 luglio dal Teatro Antico di Morgantina, ad Aidone (En) con “Pulcinella e l’imperatore”unospettacolo di teatro-danza, prodotto da Mda produzioni danza, da Svetonio, Virgilio e-Strabone curato nella drammaturgia da Sebastiano Tringali, con i danzatori Carlotta Bruni,Monica Camilloni,Rosa Merlino, e gli attori Gabriella Cassarino,Tiziana D’Angelo, Gipeto e Mario Brancaccio, firmato nella regia e coreo-grafie da Aurelio Gatti, musica originale di Marcello Fiorini e della tradizione popolare.
Il calendario di Teatri di Pietra Sicilia proseguirà conla prima nazionale di “Melodia Primordiale” di e con Paola Pa-ce e Sergio Calì (dal 29 luglio);la prima regionale di “Eneide” con Viviana Altieri ,Nadia Kibout e Giulia Innocenti (dal 30 luglio);“Fedra Random” di Elisa Di Dio e Filippa Ilardo, con Elisa Di Dio, Nadia Trovato e Sergio Beercock (dal 3 agosto);“Infinito Giacomo” con Giuseppe Pambieri (dal 5 agosto); la prima regionale di “Cercasi idea, dispe-ratamente!” con Antonella Piccolo, Enzo Casertano, Chiara Cavalieri e Debora Caprioglio (dal 5 ago-sto);“Argonauti” con Carlotta Bruni, Benedetta Capanna, Stefano Fardelli , Rosa Merlino, Gipeto, Cinzia Maccagnano (dal 5 agosto); la prima regioanle di “Atlantide” con Manuela Bianchini (dal 12 agosto); la prima nazionale di “Kairos” con Gipeto , Carlotta Bruni, Rosa Merlino e il canto di Miriam Palma (dal 13 agosto);“Elena” con Mariangela D’Abbraccio (dal 14 agosto); “Babilonia” con Marcello Fiorini, Carlotta Bruni, Monica Camilloni e Rosa Merlino (dal 17 agosto).