Prevenzione malattie cardiovascolari, esami ecocardiografici gratuiti nell’Agrigentino



malattie cardiovascolari
Proseguono senza sosta le attività di promozione della salute e prevenzione delle malattie cardiovascolari promosse dall’associazione onlus “A Cuore Aperto” nell’Agrigentino.
Dopo Burgio, Villafranca Sicula e Cattolica Eraclea, al via oggi nella sede della Lilt di Menfi gli screening cardiologici gratuiti che saranno effettuati nelle prossime settimane anche Montevago, Santa Margherita di Belice e Sambuca di Sicilia dove il progetto vede collaborare l’Unione Comuni delle Terre Sicane e l’associazione onlus “A Cuore Aperto”. Una sessantina gli esami ecocardiografici eseguiti oggi dall’equipe di medici volontari composta dai cardiologi Fabio Triolo e Sergio Cacioppo e dai cardiochirurghi Giovanni Ruvolo e Linda Pisano.
“E’ sempre più importante la prevenzione delle patologie cardiovascolari perché queste hanno un’incidenza notevole da un punto di vista epidemiologico. In particolare gli aneurismi dell’aorta – ha spiegato il professor Giovanni Ruvolo, direttore dell’Unità operativa di Cardiochirurgia del policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo – rappresentano una patologia molto diffusa che purtroppo è silente, quindi non dà disturbi e spesso si scopre quando poi è troppo tardi per poter intervenire. Ed è per questo che l’associazione onlus A Cuore Aperto ha deciso di iniziare gli screening sul territorio dell’Agrigentino. Dopo Menfi, andremo a Santa Margherita di Belice, Montevago e Sambuca, a fare uno screening ecocardiografico per evidenziare eventuali aneurismi dell’aorta ascendente che purtroppo sono sempre più frequenti. E’ fondamentale – ha sottolineato il presidente dell’associazione onlus “A Cuore Aperto” – inviare un messaggio di prevenzione, soprattutto perché l’aneurisma non dà disturbi e l’unico metodo semplice per evidenziarlo può essere l’ecografia; poi, qualora ci siano dei sospetti o addirittura in presenza di aneurismi, faremo degli altri esami come la tac torace o la risonanza magnetica per meglio evidenziare l’anatomia ed eventuali indicazioni al trattamento chirurgico”.
“Sono felice – ha detto la presidente provinciale della Lilt Francesca Scandaliato Noto – di collaborare con l’associazione A Cuore Aperto e poter svolgere attività di prevenzione delle malattie cardiovascolari anche a Menfi. L’obiettivo della Lilt è la prevenzione dei tumori, però noi dobbiamo stare attenti anche a tutte le altre malattie e in particolare quelle cardiovascolari. Vista l’affluenza – ha aggiunto – cercheremo di promuovere un’altra giornata per le visite, bisogna educare le persone ad abituarsi a fare degli screening, solo così si possono individuare e risolvere eventuali malattie che possono poi rivelarsi anche molto gravi”.
“C’è un proverbio che dice prevenire è meglio che curare. In particolare l’attività di prevenzione di oggi – ha detto il direttore del poliambulatorio di Menfi Filippo Gulli che ha sostenuto l’iniziativa dell’associazione onlus A Cuore Aperto – è importantissima perché riguarda la prevenzione delle malattie del cuore e dell’aorta. Con una ecocardiografia si riesce a visionare tutto l’arco aortico, quindi tutti i vasi principali che irrorano il cuore e da cui il cuore manda il sangue a tutto l’organismo, in modo da prevenire anche piccole lesioni iniziali che dovessero sorgere. Così i pazienti sono avvisati – ha concluso Gulli – e potranno eventualmente avviare nelle strutture ospedaliere adeguate un iter diagnostico per prevenire e curare malattie che possono avere gravi conseguenze”.