Turismo, ticket d’ingresso per l’Isola dei Conigli a Lampedusa

isola conigli foto giuffrida2
Sarà presto necessario pagare un ticket di ingresso per poter visitare l’Isola dei Conigli, ma ci saranno nuovi servizi aggiuntivi nella spiaggia “eletta” l’anno scorso come la “più bella del mondo” dai viaggiatori Tripadvisor. “Abbiamo riproposto una nuova convenzione per il ticket di ingresso e i servizi aggiuntivi nella riserva regionale dell’Isola dei Conigli sul modello di quella già sottoscritta alcuni anni fa tra Legambiente, il Comune di Lampedusa e la Regione siciliana. Adesso siamo in attesa di essere autorizzati dalla Regione per poter riproporre l’iniziativa”, ha spiegato il presidente regionale di Legambiente Sicilia Mimmo Fontana che nei giorni scorsi ha incontrato l’assessore regionale al Territorio e Ambiente Mariarita Sgarlata a cui ha sollecitato l’accelerazione dell’iter della convenzione per l’Isola dei Conigli e la riattivazione dell’entrata a pagamento sul modello già sperimentato nel 2008 e nel 2009. Allora il ticket ingresso era di un euro a persona, esclusi i bambini. Ma per le nuove tariffe ancora nulla è stato deciso. Tra i nuovi servizi aggiuntivi previsti in spiaggia – oltre a quelli già svolti dai volontari di Legambiente per la pulizia del litorale, la tutela del paesaggio marino e delle Caretta caretta – tour e visite guidate gratuite e ombrelloni ecocompatibili nei tratti di spiaggia non nidificati dalle tartarughe marine. Lo stesso tipo di gestione che si sta cercando di avviare alla Scala dei Turchi di Realmonte, prendendo anche spunto da altre regioni: altri esempi simili sono in Sardegna, come la spiaggia di Budelli o l’Isola dell’Asinara, in Toscana come l’Isola di Montecristo”. “Anche all’Isola dei Conigli sarà riattivata l’entrata a pagamento e non riteniamo – ha detto Claudia Casa, presidente del circolo Rabat di Legambiente Agrigento intervenendo nel dibattito in corso sul “sovraffollamento” alla Scala dei Turchi – che questo porterà nocumento bensì solo vantaggi per la conservazione e l’ulteriore valorizzazione di quel sito anche sotto il profilo turistico”.