Lavoro in Sicilia, Cisl pronta a mobilitazione: “Crocetta come Lombardo”

protesta palermo
“La Cisl promuoverà nei prossimi giorni, provincia per provincia, in Sicilia, assemblee, manifestazioni, iniziative sociali per scuotere dal torpore il governo e la politica”. E’ quanto deciso all’unanimità dai vertici di federazioni regionali e Cisl territoriali, riuniti ieria Messina. La Cisl ritiene “insopportabile, insostenibile, indifendibile lo spettacolo offerto, di risse e scontri di potere. Ancora una volta – si legge in una nota stampa della Cisl – prevale l’irresponsabilità di una classe dirigente che, senza pudore, perde il proprio tempo in lotte interne per la gestione girando le spalle alle vere emergenze che soffocano l’Isola: l’emergenza economica, quella sociale e del lavoro e quella amministrativa. E la storia, di declino, degenerazione e fallimento, si trascina in totale continuità dal 2009”. “In gioco – sottolinea la Cisl – sono il presente, il futuro e la credibilità della Sicilia. Per questo tutte le energie, le azioni e l’impegno vanno concentrati per creare nuovo lavoro e dare ossigeno a ogni forma possibile di crescita. Noi non intendiamo assistere passivamente al vergognoso e irresponsabile declino della nostra terra”, afferma la Cisl, secondo cui “sono necessarie scelte coraggiose in grado di richiamare investimenti produttivi. Pertanto, c’è bisogno di una forte pressione e mobilitazione: dal mondo del lavoro a quello delle imprese e delle professioni, dal sociale alla cultura agli Enti locali disponibili a imprimere una svolta”.