Palma di Montechiaro, quarta intimidazione al sindaco Amato

pasquale amatoQuarta intimidazione in pochi giorni per il sindaco di Palma di Montechiaro, nell’Agrigentino, Pasquale Amato. Una nuova lettera contenente minacce di morte è stata recapitata al primo cittadino ed è stata ieri trovata sotto il portone d’ingresso dello studio del sindaco. Solidarietà ad Amato arriva dal deputato nazionale del Pd, Antonino Moscatt, secondo il quale “questo ennesimo atto di sfida non è rivolto solo alla persona, ma anche alle istituzioni e noi non faremo passi indietro sulla lotta alla criminalità organizzata”. Moscatt ha annunciato anche un’interrogazione e una richiesta d’intervento urgente al ministero dell’Interno.
Fra i minacciati di morte, nelle lettere anonime giunte al sindaco di Palma di Montechiaro, Pasquale Amato, c’e’ anche il comandante della stazione dei carabinieri della città: Luigi Marletta. Alla stazione dei carabinieri di Palma, ieri mattina, è arrivato il generale dei carabinieri Giuseppe Governale, comandante della Regione carabinieri Sicilia. Il generale ha incontrato i militari della stazione per manifestare la propria attenzione per il contesto nel quale si trovano ad operare. Ai militari dell’Arma, il generale ha comunicato il prossimo, sensibile, incremento del personale in servizio “per poter rispondere in modo ancora più aderente alle richieste della società civile”. Poi, in maniera informare, il generale ha incontrato anche il sindaco Amato.