Esplosione vulcanelli ad Aragona, peluche per i due bimbi morti: martedì i funerali

il generale e la madre del bimbo
Si svolgeranno martedì nel pomeriggio, nella chiesa della Madonna di Pompei, ad Aragona (Agrigento), i funerali di Laura e Carmelo, i due fratellini morti ieri nell’esplosione di vulcanelli nella riserva naturale di Maccalube. “La scelta della chiesa – ha detto il cappellano militare dei Carabinieri, don Salvatore Falzone all’Ansa – è stata decisa dalla madre dei piccoli perché è il luogo dove i bimbi hanno fatto il catechismo e al quale erano molto affezionati”.
“Ripete sempre la stessa frase e non riesce a darsi pace: ‘perche’ non sono riuscito a liberarli'”. E’ la condizione disperata di Rosario Mulone, il carabiniere di 46 anni che ieri ha perso i due figli nella esplosione dei vulcanelli nella riserva di Maccalube, riferisce il cappellano militare dei Carabinieri della Legione Sicilia, don Salvatore Falzone, rimasto in ospedale fino a tarda notte e poi tornato stamane per dare conforto a Rosario e alla moglie Giovanna Lucchese. “Stanotte non hanno dormito – aggiunge il religioso – abbiamo cercato di dare loro conforto e i carabinieri hanno istituito un presidio permanente davanti all’ingresso della loro stanza. Entrambi si chiedono ripetutamente il perche’ di questa tragedia e Rosario continua a dire: ‘li avevo per mano'”. “Piangono – conclude don Falzone – e ogni tanto si abbracciano. Ho provato a spiegare loro che non ci esistono spiegazione razionali per una tragedia di questa entità, ma solo la fede può dare loro conforto”.
Intanto, è stata effettuata l’ispezione cadaverica sulle salme di Laura e Carmelo, i due bambini di 7 e 9 anni morti ieri nel ribaltamento della collina dei vulcanelli ad Aragona. Il pm Carlo Cinque ha firmato il nulla osta per la restituzione dei corpi ai familiari. Domani nella procura agrigentina si svolgerà una riunione e i pm stileranno la scaletta delle iniziative per l’inchiesta; nel fascicolo potrebbero essere inseriti i nomi dei primi indagati.
Una lunga striscia di plastica bianca e rossa che delimita l’area sequestrata, due piccoli peluche attaccati alla recinzione, e una foglio listato a lutto e appeso nella bacheca di legno all’entrata sono gli unici segnali nella riserva di Macalube della tragedia di ieri ad Aragona dove sono morti in tenera età Laura e Carmelo. I volontari che ieri hanno assistito al ritrovamento del cadavere del piccolo Carmelo hanno detto che dopo il ritrovamento il corpo e’ stato tirato fuori scavando a mani nude perché era tutt’uno col fango argilloso provocato dall’ improvvisa eruzione.