Duplice femminicidio e suicidio, tragedia San Giovanni Gemini

IMG_0728Potrebbe essere stato un movente passionale a spingere Mirko Lena, un giovane di San Giovanni Gemini in provincia di Agrigento, ad uccidere l’ex fidanzata, Concetta Traina di 27 anni, e la madre della ragazza, Angelina Reina settantenne. La tragedia è avvenuta la notte scorsa in una palazzina di tre piani nel centro del paese agrigentino. I carabinieri hanno trovato i corpi delle due donne al primo e al secondo piano dell’edificio, uccise con diversi colpi d’arma da taglio.
Al terzo piano del palazzo, invece, è stato trovato impiccato lo stesso omicida, che prima di togliersi la vita ha lasciato scritte alcune frasi per spiegare il suo folle gesto. Sulla sua pagina Facebook, le amiche della giovane vittima ricordano Concetta: “Aveva una bella personalità – scrive un’amica -, era colta, intelligente con una forte e ironica curiosità, una domanda me la voglio porre anch’io, chissà se questa tragedia si poteva evitare!”.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri allertati dal papà di un bambino al quale Concetta Traina faceva da baby sitter. L’uomo, non vedendo arrivare stamani la ragazza solitamente puntuale, si è recato a casa della giovane, e non ricevendo risposta da dietro alla porta, ha chiamato le forze dell’ordine che entrando nell’edificio hanno fatto la macabra scoperta. (TMNews)