Cattolica Eraclea, “hashish a minori”: nuovo arresto per Antonino Sciascia

sciascia
E’ stato arrestato per l’ennesima volta con l’accusa di spaccio di droga il cattolicese Antonino Sciascia, disoccupato trentenne. I carabinieri della locale stazione, diretti dal maresciallo Liborio Riggi, lo avrebbero colto in flagranza di reato mentre stava cedendo sostanza stupefacente a un minorenne in via Oreto.

Nel corso di specifici appostamenti svolti attorno all’abitazione dell’uomo nella centralissima via Oreto, i militari dell’Arma dei carabinieri avrebbero documentato lo scambio di soldi (40 euro) e 7 grammi di hashish tra Antonino Sciascia e due minorenni che non sono di Cattolica Eraclea ma di un paese vicino. Per uno dei due minori è scattata la segnalazione alla prefettura di Agrigento per uso personale di sostanze stupefacenti. Mentre altri 16 grammi di hashish sono stati trovati dai carabinieri subito dopo con una perquisizione all’interno dell’abitazione di Antonino Sciascia. Durante la perquisizione domiciliare sono stati rivenuti inoltre un bilancino di precisione e altro materiale utilizzato, secondo l’accusa, per il confezionamento delle dosi di hashish destinato allo smercio.

L’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti è stato convalidato ieri mattina dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento Francesco Provenzano. Al termine dell’udienza di convalida, su richiesta del difensore il gip ha concesso all’uomo gli arresti domiciliari nella sua abitazione. Proseguono così senza sosta i controlli dei carabinieri di Cattolica Eraclea finalizzati alla repressione del traffico e del consumo di sostanze stupefacenti tra i giovani e non solo.