San Giovanni Gemini, scoppia la polemica dopo i funerali del femminicida-suicida

mirko concetta Dopo la strage di via Leopardi e i funerali scoppia la polemica politica a San Giovanni Gemini. “Dopo il silenzio di questi giorni, dettato da sentimenti di sgomento, rabbia e dolore, il gruppo consiliare ‘Insieme per San Giovanni’, pur manifestando cordoglio e vicinanza alla famiglia Lena, ritiene opportuno fare un distinguo tra la morte di Angelina e Concetta, barbaramente uccise, e il suicidio del giovane Mirko, autore del duplice delitto”.
“Il lutto cittadino – si legge in una lettera inviata al sindaco Carmelo Panepinto e alla stampa dal gruppo consiliare ‘Insieme per San Giovanni’ – andava proclamato esclusivamente il giorno del funerale delle due innocenti vittime Angelina e Concetta, la cui morte ha sconvolto le coscienze di un’intera comunità e non solo. Pertanto, sindaco avrebbe dovuto avere la consapevolezza e il coraggio di distinguere gli eventi. Altra cosa è la solidarietà, altra cosa ancora la giustizia divina!”.