Mafia, rally in memoria boss a Favara: scatta il Daspo per gli organizzatori

striscian
Il questore di Agrigento Mario Finocchiaro ha avviato un procedimento amministrativo finalizzato all’applicazione del Daspo nei confronti degli organizzatori del Fabaria Rally, protagonisti nei giorni scorsi, di un’accesa polemica legata alla dedica del premio a “Milcar”, pseudonimo di Carmelo Milioti, primo vincitore della manifestazione ma anche presunto boss di Cosa nostra ucciso a colpi di lupara nel 2003 e ritenuto il braccio destro dell’allora capo provincia Maurizio Di Gati, adesso pentito. Il caso è stato sollevato dal tg satirico Striscia la Notizia e dall’inviata Stefania Petyx. Secondo quanto riporta l’agenzia Italpress, tra i destinatari della richiesta, che avranno dieci giorni di tempo per presentare le loro controdeduzioni, c’e’ anche il figlio di un maresciallo dei carabinieri molto noto perche’ fu uno dei piu’ stretti collaboratori del giudice Rosario Livatino, ucciso dalla mafia ventiquattro anni fa. Per tutti si profila un divieto a partecipare alle manifestazioni sportive per cinque anni.

Mafia, trofeo rally dedicato a boss: il video di Striscia la Notizia a Favara