Sicilia, nasce Crocetta-ter: in giunta ritorna l’agrigentina Mariella Lo Bello

crocettalobello
Doveva essere una crisi-lampo – “al massimo 48 ore”, aveva assicurato Crocetta -, e invece sono stati necessari sei giorni di trattative per vedere la nascita del Crocetta-ter alla Regione Sicilia. Giunta quasi del tutto nuova, con due sole conferme: Lucia Borsellino e Linda Vancheri, che restano ben salde alla guida degli assessorati alla Salute e alle Attività produttive. “La scelta di entrambe nel quadro generale di totale cambiamento della giunta – spiega Crocetta – è motivata dal rispetto degli accordi elettorali che prevedevano già entrambe le personalità”. La grande novità è l’ingresso dell’economista Alessandro Baccei, già collaboratore del sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, fortemente voluto da Palazzo Chigi per la guida dell’assessorato all’Economia. In squadra anche il noto avvocato penalista palermitano Nino Caleca, che ha difeso l’ex governatore Totò Cuffaro nel processo alle talpe nella Dda di Palermo e che attualmente è il legale dell’ex ministro Calogero Mannino nel processo che si sta celebrando con rito abbreviato per la trattativa Stato-mafia. Il nome del legale “non è stato concordato ufficialmente con Articolo 4”, spiega Crocetta, ma Caleca risulta comunque “molto vicino al movimento” che avrebbe chiesto invano la conferma anche dell’ex assessore all’Agricoltura, Paolo Ezechia Reale.

Quattro i nomi in quota Partito democratico: Vania Contrafatto, sostituto procuratore di Palermo, Antonio Purpura, ordinario di Economia del turismo all’Università di Palermo, Cleo Li Calzi, presidente del nucleo di valutazione fondi strutturali extraregionali, Bruno Caruso, docente universitario, esperto di diritto del lavoro. Per il Megafono ritorna Mariella Lo Bello, che aveva già ricoperto la carica di assessore al Territorio nel primo governo Crocetta. Il Pdr ha designato Maurizio Croce, dirigente Invitalia, esperto nel campo della prevenzione rischio idrogeologico. Per l’Udc entrano Marcella Castronovo, vice segretario generale della presidenza del Consiglio, e Giovanni Pizzo, già capo della segreteria tecnica dell’assessore alle Infrastrutture. “Si tratta di una giunta di alto profilo – dice Crocetta – che ha il gradimento dei partiti e del presidente, che consente di rilanciare il grande lavoro di riforme e cambiamento della Sicilia, in un quadro di condivisione con i partiti e i gruppi parlamentari”. L’insediamento avverrà immediatamente dopo l’acquisizione delle dichiarazioni di incompatibilità, la verifica sulle inconferibilità e dei carichi pendenti. Crocetta presenterà la nuova squadra al completo nel corso di una conferenza stampa che si svolgerà giovedì mattina. (LaPresse)