Assunzioni facili a Sicilia e-Servizi, indagati Crocetta e Ingroia

Assunzioni facili a Sicilia e-Servizi. Sotto inchiesta Crocetta e Ingroia. E’ stato chiesto un mega risarcimento danni al Governo regionale guidato dal “presidente antimafia”. Al vaglio dei giudici della Corte dei conti sono finiti i contratti a Sicilia e-Servizi. Il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, il presidente di Sicilia e-Servizi Antonio Ingroia e diversi ex assessori delle giunte recenti, secondo quanto riportato oggi dal quotidiano La Repubblica, dovranno rispondere in giudizio di un presunto danno erariale da un milione di euro per le “assunzioni senza concorso” varate nella società controllata da Palazzo d’Orleans. Dopo indagini, scontri e polemiche, sono stati notificati gli atti di citazione della Corte dei conti presieduta da Guido Carlino sulle “assunzioni senza concorso” in Sicilia e-Servizi. La prima udienza è fissata per il 15 maggio 2015.