Abbigliamento bambini: vestirli bene ma risparmiando

Il caro-vestiti per i bambini
Comprare i vestiti per i propri bambini è abbastanza esoso, sia perché sono capi che effettivamente hanno prezzi alti, sia perché i bambini crescono davvero in fretta, specialmente da 0 a 3 anni.
E’ bene quindi pianificare in modo saggio l’acquisto degli abiti per i vostri piccoli, in base alle esigenze e in previsione del fatto che potrebbero risultare stretti dopo pochi mesi.
La spesa aumenta anche in relazione alle mode e spesso sono i bambini stessi a chiedere di avere quel cappello piuttosto che quel maglione che hanno anche i loro amichetti.
Provate ad acquistare anche su internet, su siti come Spartoo, specializzato in calzature per bambini, dove si possono trovate prodotti di ottima qualità e
tanti codici sconto per risparmiare sull’acquisto nel negozio online.
Le scarpe infatti sono una delle cose che più spesso va cambiata, proprio per la crescita veloce dei bambini.

Alcuni suggerimenti per spendere meno
Per risparmiare sul vestiario dei bambini, anche di quelli che vanno alla scuola primaria e all’asilo, la prima cosa da fare è acquistare vestitini che siano un po più grandi, in modo che possano durare di più anche se il bambino cresce. Questo vale soprattutto per i bambini delle scuole elementari e per i capi invernali, che devono essere indossati per tutta la stagione.
Sono molto versatili per esempio le tute in pile o felpate e di cotone in quanto risultano comode, sono facili da indossare, si prestano bene anche a essere indossate sotto al grembiule. Anche quest’ultimo dovrà essere più grande in modo che la vestibilità lasci libero il bambino di muoversi e giocare.
Per i bambini in età pediatrica comprate capi con colori neutri che potrete magari utilizzare per eventuali altri bambini o scambiare e regalare a parenti e amici all’occorrenza. In ogni caso conservateli perché potrebbero sempre tornare utili in futuro.
Uno dei modi per risparmiare è anche una nuova tendenza delle mamme che si riuniscono periodicamente organizzando degli incontri (
eventi di swapping), anche tramite internet, proprio per lo scambio di abitini usati, praticamente nuovi.
Potete anche cercare nella vostra città negozi specializzati nella vendita di abiti per bambini usati, che spesso sono semi nuovi proprio perché vengono utilizzati veramente poco.

Riparare gli abiti
Una buona abitudine è quella di non buttare subito via il pantalone strappato o la maglia con una macchia che non riuscite a eliminare, perché ci sono i modi per recuperarli e ripararli.
E’ normale infatti che i bambini giocando possano sporcarsi o danneggiare i loro vestiti, ma si può correre ai ripari recandosi insieme in una merceria fornita, dove c’è un’ampia scelta di toppe e applicazioni che nasconderanno alla perfezione il difetto.
Sceglietela insieme ai vostri bambini, magari con soggetti che richiamano i loro cartoni animati preferiti, o decorazioni glitter che tanto attirano le femminucce. Ne saranno più che felici perché sono stati loro a sceglierli e voi vi sentirete soddisfatti per aver difeso egregiamente il vostro budget per le spese “extra”.
Cercate in ogni caso di acquistare abiti che possano essere facilmente abbinati per combinare diversi cambi e, per quanto riguarda i vestiti eleganti, limitateli a 2-3 capi soprattutto se non prevedete che ci siano occasioni per le quali indossarli.