Lavoro in Sicilia, Capodicasa: su precari servono soluzioni strutturali




capodicasa pd“Va fatta una trattativa per trovare una soluzione strutturali ai precari siciliani. In modo che in un tempo stabilito questo bacino sia prosciugato. D’ora in avanti con norme nazionali e comunitarie, cosi’ come per effetto di norme piu’ restrittive in materia di Bilancio, c’e’ il rischio che non si ottengano piu’ proroghe”. Lo ha detto in conferenza stampa a Palazzo dei Normanni il deputato del Pd Angelo Capodicasa, primo firmatario all’emendamento all’articolo 21 della Legge di Stabilita’, approvato dalla commissione Bilancio della Camera, che ha dato l’ok alla proroga di un anno dei contratti dei 22 mila precari degli enti locali in scadenza al 31 dicembre prossimo. Capodicasa ha detto che “se la legge D’Alia di riforma della pubblica amministrazione del 2013 fosse applicata in Sicilia, solo 1.200 persone verrebbero stabilizzate. Il Decreto D’Alia ha messo paletti, sono convinto che vada predisposto un piano di fuoriuscita per poter prosciugare il bacino dei precari”. Alla conferenza stampa hanno preso parte anche i deputato nazionale del Pd Gea Schiro’, il presidente della Commissione Attivita’ produttive dell’Ars Bruno Marziano e il deputato regionale democratico Filippo Panarello. (ANSA)