Incendiò bar a Canicattì, condannato a due anni

Due anni di reclusione sono stati inflitti dal tribunale di Agrigento a Gian Piero Lo Giudice, 39 anni, accusato di furto e del successivo incendio del bar Tiffany di Canicatti’ (Ag). L’operaio venne arrestato un anno fa dopo che le immagini della videosorveglianza ne consentirono l’identificazione quale l’autore dell’incendio compiuto per ritorsione contro il titolare che gli aveva promesso di farlo entrare nella gestione del bar a due passi dal palazzo comunale. Lo Giudice prima di incendiare l’esercizio commerciale s’impossesso’ del denaro in cassa, circa 800 euro. Per l’uomo che ha sempre sostenuto di essere estraneo ai fatti, il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a tre anni di carcere. (ANSA)