Mafia, Crocetta: ‘Sottosegretario siciliano mi accusa di fare troppe denunce’

crocetta-ros-642x336Il presidente della Regione sicilia, Rosario Crocetta, parla di mafia siciliana a Roma e sbotta contro “un sottosegretario che mi ha accusato di fare troppe denunce e nessuno del governo nazionale l’ha richiamato”. Durante un convegno alla Camera sull’antimafia, il governatore interviene davanti al Capo dello Stato, Sergio Mattarella, raccontando la sua battaglia contro la mafia. “Io sono un presidente di regione che fa le denunce, che aspetta che la giustizia arrivi anche in Sicilia e non si fermi a Roma. Le denunce le facevo anche quando ero sindaco e mi davano dello spione”, ha detto il governatore siciliano. Ebbene, ha aggiunto Crocetta, “c’è un sottosegretario del governo nazionale, quello della Leopolda in Sicilia (Davide Faraone, ndr), che mi ha criticato nel corso di un convegno pubblico dicendo che faccio troppe denunce. Non c’è stato nessuno del governo che lo ha richiamato. Ogni tanto mi aspetterei anche un po’ di solidarietà da Roma”.