Primarie Agrigento, Damiano: ‘Toccato il fondo, ora albo elettori Pd’




pensioni 2014
Cesare Damiano (Pd), presidente commissione Lavoro Camera

“Dopo il caso delle primarie di Agrigento, nelle quali avrebbe vinto addirittura un candidato simpatizzante di Forza Italia, abbiamo toccato il fondo”. Lo ha dichiarato Cesare Damiano, deputato dell’Area Riformista del Partito Democratico che fa riferimento a Pierluigi Bersani intevenendo sulle strane primarie di Agrigento che hanno visto vincere Silvio Alessi, candidato vicino a Forza Italia. “L’assenza di regole per la partecipazione dei cittadini al voto – ha spiegato Damiano – sta provocando, in numerose situazioni, situazioni paradossali. Chiudere le stalle quando i buoi sono scappati è impossibile. Da questo – ha aggiunto il deputato democratico – deriva la nostra insistenza sulla necessità di avere un albo degli elettori del Pd o del centrosinistra o primarie per legge. Speriamo – ha concluso – che si faccia immediata chiarezza su questo nuovo caso imbarazzante”.

“In riferimento al caso primarie di Agrigento, desidero precisare posto che, a differenza di quanto pubblica qualche giornale poco corretto, le dichiarazioni del candidato a sindaco Alessi chiariscono che egli non fa parte di alcun partito e non ha tessere di partito”, ha dichiarato invece Michele Cimino, deputato regionale e portavoce del Patto dei Democratici per le Riforme. ”Alessi è un imprenditore – ha aggiunto – che ha preteso la legittimazione politica delle primarie a differenza di altri. Adesso è bene che il Pd rifletta e si confronti sebbene era meglio che cio’ avvenisse preliminarmente. Personalmente ho creduto fermamente alle primarie e nel simbolo del mio movimento vi è una stretta di mano a conferma che non tradirò mai i miei elettori. Ho pure dichiarato – ha proseguito Cimino – che avrei sostenuto qualsiasi candidato avesse vinto le primarie, forse il Pd doveva impegnarsi di più su Bellini, oggi sono sempre più consapevole che con Silvio Alessi noi del Pdr anche soli andremo al ballottaggio e vinceremo le elezioni”.