Agrigento, da Berlusconi ok a Firetto: nuova intesa Fi-Ncd-Udc?




firettocoIl caos delle strane primarie ad Agrigento poi annullate dal Partito democratico alla fine ha finito per ricompattare il nuovo centrodestra. Secondo quanto riportato dall’Ansa, Ncd, Udc e Forza Italia, avrebbero raggiunto un accordo di massima e starebbero mettendo a punto la nuova coalizione a sostegno del candidato sindaco Lillo Firetto, deputato regionale Udc e primo cittadino di Porto Empedocle che ha già annunciato la sua candidatura alla città dei templi riscuotendo i consensi di diversi esponenti del mondo della cultura. Il via libera all’operazione sarebbe arrivato anche da Silvio Berlusconi che starebbe seguendo il caso Agrigento molto da vicino. Il ricompattamento Ncd, Udc, Forza Italia a livello nazionale potrebbe partire dunque proprio dalla città di Angelino Alfano dove invece cominciano a spaccarsi i renziani.

L’accordo troverebbe conferma anche in ambienti del Nuoco centrodestra. Mentre il capogruppo di Forza Italia all’Ars, Marco Falcone, ha dichiarato: “Dopo quanto accaduto con le Primarie ad Agrigento lavoriamo per ricompattare il centrodestra, e Lillo Firetto è un ottimo candidato“.

Sulle strane primarie agrigentine si era già registrata la spaccatura anche in Forza Italia che adesso si riunisce. Il col coordinatore regionale Vincenzo Gibiino aveva contestato le mosse del suo vice, il deputato Riccardo Gallo Afflitto, che aveva stretto l’accordo col Pd di Agrigento e con altri partiti di centrosinistra per fare le Primarie poi vinte da Silvio Alessi, scaricato dal Pd regionale che ha annullato le consultazioni. Poi le dimissioni del presidente regionale del Pd, l’agrigentino Marco Zambuto, dopo che La Repubblica ha pubblicato le indiscrezioni sull’incontro “segreto” che il dirigente dem ha avuto a Palazzo Grazioli con Berlusconi.

La “smentita” di  Lillo Firetto. “L’unica cosa vera di oggi è che intorno alle 15 sono stati scelti i simboli delle liste civiche con cui ci presenteremo alla città, secondo l’impostazione stabilita originariamente. Non mi risultano coalizioni di centrodestra a sostegno di questo progetto. Credo che la notizia diffusa sia stata partorita dalla mente di qualche accattone della politica particolarmente attivo ultimamente ad Agrigento”. Lo ha affermato in una nota  il sindaco di Porto Empedocle dopo notizia secondo cui Forza Italia, Ncd e Udc avrebbero raggiunto un accordo sul candidato Firetto per Agrigento.

Intanto, il Pd, seguendo la linea del segretario regionale Fausto Raciti, manda in soffitta le primarie e dà il via libera alla candidatura dell’ex presidente della Regione siciliana Angelo Capodicasa.