Sicilia, ‘dimezzata’ all’Ars la manovra finanziaria del governo Crocetta

Ardizzone e Crocetta
Ardizzone e Crocetta

“Dimezzata” la manovra finanziaria del governo Crocetta. La commissione Bilancio, dopo la verifica fatta dagli uffici dell’Ars, ha stralciato ben 30 dei 69 articoli contenuti nei due maxiemendamenti approvati dalla giunta e trasmessi a Palazzo dei Normanni nei giorni scorsi. Saltano i tagli ai gettoni dei consiglieri comunali, la riduzione dei componenti dei Consigli e la parte relativa ai permessi degli amministratori: i tre articoli saranno inseriti nel disegno di legge di riforma delle Province, già incardinato in aula.

Buona parte delle altre norme faranno parte di un apposito ddl, che Crocetta chiama ‘Sblocca Sicilia’, altre invece, come quelle ambientali e urbanistiche, saranno presentate come emendamenti ai ddl già nelle commissioni di merito. Tra le norme espunte anche quella che dava la possibilità di anticipare il Tfr ai dipendenti della Regione coinvolti in procedimenti per danno erariale, per il M5s la cosiddetta norma “salva-Monterosso“. Il presidente della commissione Bilancio dell’Ars, Nino Dina, ha comunicato lo stralcio all’assessore all’Economia, Alessandro Baccei e al ragioniere generale, Salvatore Sammartano, nel corso della seduta convocata per dare comunicazioni. Presente anche il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone. (ANSA)