Papa Francesco nella bolla del Giubileo: ‘Mafiosi convertitevi’

papa francescoGesù “pur combattendo il peccato non ha mai rifiutato nessun peccatore”. Lo ha ribadito  Papa Francesco nella Bolla d’indizione del Giubileo Straordinario letta oggi pomeriggio in San Pietro. “Penso in particolare – ha scritto Bergoglio nella bolla giubilare – agli uomini e alle donne che appartengono a un gruppo criminale, qualunque sia. Per il vostro bene vi chiedo di cambiare vita. Lo stesso invito giunga anche alle persone fautrici o complici di corruzione. Questa piaga putrefatta della società è un grave peccato che grida verso il Cielo”. Nel testo il Pontefice mette in guardia “dalla terribile trappola di pensare che la vita dipende dal denaro e che di fronte ad esso tutto diventa privo di valore e dignità”.

All’inizio della Bolla di indizione del Giubileo straordinario della Misericordia, il Papa sottolinea che l’apertura della Porta Santa della Basilica Vaticana avverrà l’8 dicembre per due motivi: il primo, perche’ la data coincide con la Solennita’ dell’Immacolata Concezione di Maria, di Colei che Dio ha voluto “santa e immacolata nell’amore per non lasciare l’umanità sola ed in balia del male”.