Agrigento, due dirigenti comunali a processo per la morte di Chiara La Mendola

Due dirigenti del Comune di Agrigento a processo per l’incidente che provocò la morte della giovane agrigentina Chiara La Mendola. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, accogliendo l’istanza del pubblico ministero Brunella Sardoni che ha ipotizzato il reato di omicidio colposo, ha disposto il rinvio a giudizio del dirigente dell’Ufficio tecnico comunale di Agrigento, Giuseppe Principato, 60 anni, e il responsabile del servizio Viabilità del Comune Gaspare Triassi, 51 anni. L’inchiesta è quella sull’incidente stradale mortale, verificatosi il 30 dicembre del 2013, in cui perse la vita Chiara La Mendola, ventiquattrenne agrigentina, dopo essere caduta dalla moto a causa di una buca sull’asfalto di viale Cavaleri Magazzeni che l’amministrazione comunale non aveva provveduto a riparare nonostante le sollecitazione di diversi cittadini.