Salute, molte vitamine aumentano rischi malattie cardiovascolari e tumori

L’assunzione di molti integratori vitaminici può aumentare il rischio di patologie cardiovascolari e lo sviluppo di tumori. Se si supera la dose giornaliera raccomandata, gli effetti potrebbero rivelarsi controproducenti. E’ quanto emerge da una ricerca dell’University of Colorado Cancer Center, presentata nei giorni scorsi in occasione del meeting annuale dell’American Association for Cancer Research a Philadelphia.

“Le evidenze dimostrano – ha detto Tim Byers, uno degli autori dello studio che le persone che assumono integratori alimentari più del necessario tendono ad aver un maggior rischio di sviluppare il cancro”. Quasi 20 anni fa la ricerca ha scoperto che le persone che mangiano più frutta e verdura tendevano ad avere una salute migliore. Così Byers ha cominciato a studiare se l’assunzione di vitamine e minerali può ridurre ulteriormente il rischio di sviluppare il cancro.
“Quando abbiamo testato gli integratori alimentari – ha aggiunto Byers illustrando i dati della ricerca – su modelli animali i risultati erano molto promettenti. Alla fine siamo riusciti a passare alle popolazioni umane. Abbiamo studiato – ha spiegato il ricercatore – migliaia di pazienti per dieci anni che assumevano integratori alimentari e placebo. Abbiamo scoperto così che gli integratori non sono stati effettivamente di beneficio per la loro salute. In realtà, alcune persone che assumevano vitamine sono risultate più a rischio di sviluppare il cancro”. “Questo non vuol dire che le persone devono aver paura di prendere le vitamine e i minerali“, ha precisato Byers. “Se presi a dosi corrette – ha concluso l’esperto- i multivitaminici possono essere buoni, ma non possono sostituire il cibo”.