Delitto Loris Stival, interrogata la mamma: ‘Sono vittima di un errore”

E’ in corso nel carcere di contrada Petrusa ad Agrigento l’interrogatorio di Veronica Panarello, la 26enne ragusana indagata per il delitto del figlio Loris Stival, di 8 anni, strangolato con delle fascette di plastica il 29 novembre del 2014 a Santa Croce Camerina (Ragusa) dove poi è stato abbandonato tra le campagne. E’ stata la donna, che le scorse settimane ha incontrato il marito Davide Stival che continua a non credere alla sua innocenza, a chiedere di essere ancora una volta ascoltata dai magistrati della Procura della Repubblica di Ragusa che indagano sull’infanticidio. Secondo quanto riportato dall’Ansa, oggi Veronica Panarello non avrebbe assolutamente cambiato di molto la sua linea difensiva. La mamma siciliana accusata del delitto del figlio di otto anni, si difende sostenendo praticamente di essere innocente e vittima di un errore. A interrogare la donna è il sostituto procuratore Marco Rota, accompagnato da poliziotti e carabinieri.