Riforma pensioni, maggioranza a Renzi: pensione anticipata in legge Stabilità

Nuove misure sulle pensioni per rendere più flessibile l’uscita dal lavoro e dare a tutti la possibilità di nuove forme di pensione anticipata già nella prossima legge di Stabilità e “nel quadro delle compatibilità finanziarie individuate in quella sede”. Lo ha chiesto la maggioranza al Governo Renzi nella bozza di risoluzione sul Def che sarà sottoposta al voto dell’Aula della Camera dei Deputati. L’esecutivo, si legge nel testo, si impegna a “valutare l’opportunità di promuovere, nell’ambito della legge di stabilità per il 2016 e nel quadro delle compatibilità finanziarie individuate in quella sede, interventi in materia previdenziale”. La maggioranza che sostiene lil governo pressa dunque sulla riforma pensioni e le modifiche alla legge Fornero e chiede in particolare misure finalizzate a “introdurre elementi di flessibilità per quanto riguarda all`età di accesso al pensionamento, anche – viene spiegato – attraverso l`introduzione di meccanismi di incentivazione e disincentivazione”.

Nella risoluzione di maggioranza al Documento di Economia e Finanza viene anche l’impegno “a valutare l`opportunità di mantenere anche successivamente all’anno 2015 misure di sgravio contributivo con riferimento ai nuovi contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato, eventualmente modificando l’entità del beneficio e l’area di applicazione” e “ad operare per provvedere gradualmente, nell’ambito della legge di stabilità per il 2016 e nel quadro – viene sottolineato nella relazione del Def – delle compatibilità finanziarie individuate in quella sede, al finanziamento a regime” dell`assegno di disoccupazione (Asdi)”.